Manhattan Love Story 1×01 recensione dell’episodio con Analeigh Tipton

    462

    manhattan-love-story-logo

    Ha debuttato martedì sul canale ABC Manhattan Love Story, la nuova serie comedy ideata e scritta da Jeff Lowell. Al centro della storia vi sono Dana (Analeigh Tipton) e Peter (Jake McDorman), due ragazzi che si conosco ad un appuntamento al buio organizzato dalla migliore amica di lei, Amy (Jade Catta-Preta) e da suo marito, David (Nicolas Wright), che è anche il fratello di lui. Non tutto sembra andare per il meglio, come ci dimostrano i pensieri non filtrati e le azioni di entrambi, spesso contraddittorie, che ci permettono di conoscere – e apprezzare – ancora di più i protagonisti.

    manhattan love Story 1x01(2)Manhattan Love Story conquista lo spettatore fin dalle sue primissime battute e Dana e Peter sanno come far colpo al primo tentativo. La trama non è delle più complicate e i due personaggi sono stereotipati al massimo – lei carina e imbranata, lui bello e insensibile – ma l’originalità è sempre un punto a favore, soprattutto se articolata bene. E così, tra un equivoco e l’altro, scopriamo i pensieri più intimi dei due protagonisti, ma che, nella maggior parte dei casi, corrispondono a quello che pensano realmente uomo e donna: lui concentrato a guardare le belle ragazze e i loro “attributi”, lei indecisa tra le scarpe all’ultima moda, la borsa di marca o il bel ragazzo che le è passato accanto. Così i monologi interiori diventano parte portante della storia e anche noi spettatori ci sentiamo più coinvolti che mai, pronti a scoprire i lati più misteriosi – e spiritosi – di entrambi. A completare la vicenda ci pensa il nuovo lavoro di Dana, costellato dai consueti intoppi da primo giorno e da colleghi non troppo collaborativi, e l’organizzazione dell’appuntamento perfetto. Appuntamento che, come da tradizione, non va per il meglio e che quindi permette anche a noi di identificarci più  liberamente in loro, tra gaffe e liste delle cose da fare.

    Manhattan Love Story 1x01Manhattan Love Story in definitiva è una serie tv senza grosse pretese, ma non risulta mai noiosa e stancante, anzi porta leggerezza e spensieratezza. Così i venti minuti dell’episodio passano tra una risata sincera e l’altra, pronti a mettere di buon umore sia i più romantici sia chi ha solo bisogno di una ventata d’aria fresca.