Masters of Sex 1×03 – Recensione

778

masters-of-sex-logo

Il Dr Masters continua i suoi studi nel bordello con i suoi rivelatori e stimolatori ma ben presto capisce che lo studio sta assumendo un campionario troppo vasto e non è conforme agli standard. Quindi ricorrerà a tutta la sua fama e il suo potere per ottenere il suo studio in ospedale.

masters-of-sex-1x03-2

La terza puntata di Masters of Sex si concentra su diversi aspetti il primo analizza uno dei rapporti vitali della serie, quello tra mentore e allievo. Infatti la puntata ci porta indietro con diversi flashback a quando William era un giovane dottore che attraverso lo studio del comportamento animale era già interessato a comprendere cosa realmente accade durante l’atto sessuale. Le scene in questione mostrano come si è evoluto il rapporto tra Burton (Beau Bridges) e William e come la semplice stima reciproca si è rivelata essere una profonda amicizia. William era un ragazzo già geniale e sicuro di sé con una forte preparazione medica e con molto entusiasmo, scopriamo il suo essere un attento osservatore dell’etichetta e pendere dalle labbra di Burton, infatti se William è diventato il dottore di prestigio che è oggi è perché ha seguito alla lettera i consigli di Burton. Queste scene nel passato servono ad enfatizzare il ricatto morale che William ha compiuto nei confronti di quest’ultimo, esso rappresenta un fattore drastico e senza possibilità di recupero nonché cruciale per la storyline rappresentando così uno dei momenti più interessanti dell’intera puntata.

Inoltre Micheal Sheen ha la possibilità di mostrare ulteriormente le carenze umane del dottore a favore di quelle logiche. Durante l’operazione di Betty (Annaleigh Ashford) mostra una strana cocciutaggine ed empatia, che se in un primo momento può sembrare orgoglio, inseguito si esplica mostrando come il dottore comprenda meglio le situazioni e le complicazioni sociali anziché l’emozione, come ci viene proposto nella scena della prostituta che racconta le violenze sessuali quando era una bambina.
In questo clima drammatico, si alternano le situazioni in ospedale e quelle nel bordello, che ironizzano la puntata e gli danno un tono di leggerezza. Come quando William visita la paziente per spiegarle che cosa sono e come servono i contraccettivi o le prove dell’Ulisse per le ragazze del bordello che molto spesso non sanno bene come e cosa debbano provare. Ma oltre ai sorrisi lo show mostra anche gli eccessi, che riescono a insinuarsi nello studio e che danno quel fastidio che il dottor Masters sottolinea ampiamente nei riguardi di Virginia (Lizzy Caplan) e Libby (Caitlin Fitzgerald) “E quanto è vero Iddio. Siamo andati tutti oltre il limite”.

masters-of-sex-1x03

Standard Deviation scritta da Sam Shaw e diretta da Lawrence Trilling è una buona puntata che riesce ad aggiungere dei temi interessanti per il mainplot rivelando le esagerazioni che i protagonisti stanno vivendo per affermare qualcosa che va al di là delle semplici affermazioni personali, ma tocca i sentimenti più intimi e i desideri più nascosti dei personaggi.