Nick ha una nuova maglietta e un ritrovato spirito da latin lover…l’arrivo in città di una ragazza per cui sbavava al college, è l’occasione per riscattarsi dalla condizione di scapolo dell’anno!

Jess si diletta a inquietare grandi e piccini nella casa stregata e intanto, prende a cuore la sue relazione con Sam, una sorta di Ken dei giorni nostri che, quando non è avvinghiato a qualche avvenente donzella, indossa il camice da pediatra.

E’ Halloween e al luna park ne succedono di ogni: Shelby si presenta alla festa di Halloween vestita da “Regina del Can Can”, con tanto di cani-peluche abbarbicati addosso con Winston che – ormai prosciugato dall’atteggiamento puerile della ragazza – getta la spugna e si decide a lasciarla!

Schimdt con la sua solita carica da simpatico sbruffone, si compiace della sua fulgida muscolatura, cercando di attirare l’attenzione di Cece, distratta dal suo nuovo fidanzato tartaruga ninja! Jess confessa i suoi sentimenti a Sam e l’incorreggibile Nick si trova faccia a faccia con la sua più grande paura, la prigionia delle relazioni d’amore paragonata a quella delle case stregate, temuta in egual modo!

Ancora una volta, sarà Jess a fare la differenza nello sciame di assurde e bizzarre fobie in cui sguazza il nostro buon vecchio Nick, sarà lei a riscattarlo dalla sua congenita inettitudine. Il tutto nella più semplice naturalezza, fatta di dolci parole e sussurrati slanci emotivi, che dopo una stagione e mezza, sarebbe ora di esplicitare, o quantomeno rinforzare narrativamente.

New Girl, serbatoio inconsunto di situazioni grottesche ed esilaranti, pena da qualche episodio, di quella vitale comicità che la contraddistingueva, asserragliandosi in rapporti ancora inesplorati (forse per non rompere la magia, ma a rischio di rompere la pazienza) e stagnando in condizioni un pò vacue.