Once Upon a Time 4×06 recensione dell’episodio con Emilie de Ravin

539

Once Upon Time Logo 4

L’episodio di questa settimana di Once Upon a Time è incentrato sul passato, ancora inesplorato, di Belle (Emilie de Ravin) che finora si è rivelata funzionale solo alla metamorfosi di Rumplestilskin (Robert Carlyle).

Once Upon a Time 4x06-2Family Business inizia mostrandoci una parte importante della vita di Belle e svelerà il suo coinvolgimento nella scomparsa di Anna (Elizabeth Lail). Gli altri abitanti di Storybrook, intanto, cercano di capire cosa abbia a che fare la temibile Snow Queen (Elizabeth Mitchell) con il passato di Emma (Jennifer Morrison) e perché questa sia così preziosa per lei. Le sequenze che vedono tutti i protagonisti collaborare per risolvere un problema sono piacevoli e interessanti, ognuno con la propria personalità contribuisce ad avvicinarsi sempre più alla soluzione. Infondo sono personaggi abili e intelligenti, ognuno protagonista di una storia, che lavorano per un obiettivo comune senza mai rinunciare alla propria individualità.

Once Upon a Time 4x06La trama principale, tuttavia, questa settimana è dedicata a Belle, forse il personaggio che meno di tutti ha dimostrato di essere indipendente da Once Upon a Time. Le sue azioni erano sempre in funzione del suo amore per Rumplestalskin e come personaggio non ha mai portato un vero contributo alle dinamiche del gruppo. La sua caratterizzazione, come ragazza generosa e altruista dalla personalità fin troppo remissiva, ha contribuito a renderla un personaggio “cuscinetto” che non fa troppo rumore e di cui non si sente mai la mancanza. L’episodio di questa settimana avrebbe dovuto metterla in gioco e farla conoscere dagli spettatori e dagli altri personaggi ma purtroppo, nel suo caso, i buoni propositi non bastano. La sua inconcludente corsa per fare ammenda nei confronti di Elsa non ha fatto che confermare l’inadeguatezza del suo personaggio. Nel corso dei quaranta minuti Belle ripete più volte quali sono i propositi che ispirano i veri eroi. Questo è un tema che ha toccato mano a mano tutti i protagonisti e ognuno lo ha affrontato in maniera diversa. Nel caso di Belle, però, non ci sono le basi per avvicinarsi al personaggio dell’eroe. Tutti gli altri hanno abbandonato le certezze delle loro storie precedenti per immergersi nel mondo di Storybrook, altrimenti sarebbe stato solo un continuo delle fiabe Disney sotto forma di serie tv. Gli autori hanno letteralmente trasformato i personaggi in qualcosa di nuovo e originale ma per Belle questa metamorfosi non è mai avvenuta. Il suo personaggio non si è mai veramente integrato in Once Upon a Time restando troppo legato alla caratterizzazione della sua fiaba. Un episodio interamente dedicato a lei è pertanto risultato poco interessante e relativamente utile ai fini della trama intraepisodica. L’episodio “cuscinetto” ci sta ma il suo scopo non è quello di conciliare il sonno, per cui speriamo di non averne più bisogno.