Outcast Robert KirkmanCome molti di voi sapranno l’autore Robert Kirkman, creatore del fumetto The Walkind Dead, sta ideando il suo nuovo titolo che verrà pubblicato il 25 Giugno da Image Comics e si chiamerà Outcast. La sua nuova storia avrà inoltre da subito un adattamento televisivo che verrà realizzato per Cinemax e Fox Channel. Ebbene, oggi Robert Kirkman parla del progetto su The Hollywood Reporter, rivelando molti dettagli.

Alcuni passaggi Kirkman definisce Outcast come un horror epico: si inizierà con una possessione demoniaca ma poi il protagonista, Kyle Barnes, inizierà ad addentrarsi in questo mondo scoprendo qualcosa di pericoloso. Al centro della storia ci sarà infatti il tentativo di impedire che questa minaccia si verifichi. Outcast avrà in comune con The Walking Dead il fatto che si esaminerà in modo realistico una situazione veramente fantastica e irreale, anche se forse la possessione demoniaca potrebbe trattarsi di un vero fenomeno. Gli zombie, ha scherzato Kirkman, probabilmente non accadranno mai. Entrambe le storie hanno inoltre come protagonisti delle persone vere che lottano contro una situazione terribile.

Robert ritiene che sia un settore del genere horror che merita di essere esplorato e che questo possa essere fatto in moltissimi modi rimanendo sempre entusiasmante, coinvolgente e nuovo. Tra gli esempi citati dal creatore di Outcast ci sono Penny Dreadful e Constantine. Il suo nuovo progetto svilupperà gli aspetti emotivi della storia e mostrerà il percorso interiore compiuto dai personaggi, elemento che lo renderà diverso da ogni altra rappresentazione degli esorcismi e della possessione demoniaca attualmente in tv.

Robert si sta occupando della creazione del pilot tratto da Outcast, ma ha anticipato che ci saranno grandi differenze tra il fumetto e il potenziale show perché il modo di raccontare la storia sarà modificato per adattarsi alle esigenze del mezzo di comunicazione. In tv si potrà infatti fare affidamento al movimento e al suono, elementi che rendono possibile espandere alcune situazioni e cambiare certi momenti che non sarebbero funzionati tra le pagine ma sul piccolo schermo saranno invece perfetti. Kirkman ha sottolineato che si tratta di una sfida ma è anche divertente poter avvicinarsi alla storia in modo diverso.

Fonte: THR via BADTV