Pretty_Little_Liars_Logo

Dopo aver confessato di esser stata lei stessa ad aver inscenato la finta aggressione in casa Marin, Alison (Sasha Pieterse) si sente messa da parte dal resto del gruppo. Nel frattempo continuano i dissapori tra Hanna (Ashley Benson) e Aria (Lucy Hale), mentre Emily (Shay Mitchell) e Spencer (Troian Bellissario) pagano le conseguenze dell’incidente al maneggio.

ASHLEY BENSON

Si intitola March Of Crimes il nono episodio della quinta stagione di Pretty Little Liars, la serie tv ABC family ideata da Marlene King e basata sull’omonima serie di romanzi di Sara Shepard. Se nell’episodio precedente qualcosa sembrava essersi mosso, in questo si è tornati alla “tranquillità”. Più che altro, però, non c’è un vero e proprio filo conduttore tra gli episodi e con il susseguirsi delle puntate manca una forte e decisa linea di narrazione, come se gli stessi autori avessero le idee poco chiare. Come mai nell’ottavo episodio si parlava solamente di Bethany e della Signora DiLaurentis (Andrea Parker) e in questo non c’è traccia? E come mai rispunta sempre qualche personaggio dal nulla dopo che non lo si era visto per settimane senza nessuna giustificazione? Noel (Brant Daugherty) e Jenna (Tammin Sursok) ne sono la dimostrazione. La verità, più che altro, non sembra solo lontana anni luce, ma neanche progettata a tavolino. E il fatto che Pretty Little Liars sia stata confermata per altre due stagioni non fa che alimentari i dubbi e accrescere la paura: esisterà mai una fine? Il rischio è di finire seriamente nel ridicolo. Già in March Of Crimes ci sono alcuni episodi che di veritiero hanno veramente poco. Emily che senza troppi preamboli riesci a scoprire il numero dell’armadietto di Noel, rubargli le chiavi dell’auto e scoprire fotografie misteriose e compromettenti su Alison, Spencer che vede una doppia Jenna ma che poi si scopre essere Sydney (Chloe Bridges), Hanna che continua a rifugiarsi nell’alcool con troppa facilità. Singoli episodi che però non risultano funzionali al resoconto finale, ma che anzi rischiano di compromettere il tutto. Per non parlare dell’agente Tanner e della Polizia stessa, che non riescono a trovare nulla di concreto in questo grande e infinito puzzle di misteri. Quello che è certo, però, è che Pretty Little Liars ha veramente bisogno di una svolta o il “gioco” potrebbe interrompersi.

Pretty Little Liars 5x09