Quantico 2×17 recensione dell’episodio con Yasmine Al Massri

518
Quantico 2x17

Quantico 2×17 è intitolata “Odyoke” ed entra a gamba tesa su un tema attualissimo riuscendo a trattarlo con estrema sapienza. La missione della task force infatti è ora tutta politica, gli agenti dovranno riuscire a convincere diversi politici a non firmare una nuova legge che permetterebbe di schedare sostanzialmente qualunque immigrato solo se appartenente ad una religione diversa. Di attentati del resto, anche qui si parla, e in una serie come questa, dai temi caldi di attualità non si scappa, al contrario ci si addentra e ci si ragiona con grande capacità.

La presenza di Nimah e Raina (Yasmine Al Massri) aiuta moltissimo, una mette in evidenza la sua posizione e l’altra, rapita e accusata dell’attentato, come era già chiaro la scorsa settimana, sottolinea ancora con forza il problema.

Per non dare un esclusivo e unico lato della medaglia c’è poi l’opinione della bella Shelby (Johanna Braddy) che, americanissima e di buona famiglia, spiega di comprendere ancora quel pensiero, anche se oggi non le appartiene più.

C’è quindi chi si ritrova, le sorelle Amin, e chi si allontana, Alex (Priyanka Chopra) e Ryan (Jake McLaughlin), che definitivamente sembrano aver messo un punto alla loro relazione e lui pare essere ormai presissimo della bella giornalista russa. Ma fidarsi è bene e non fidarsi è meglio, ecco perché il bell’agente fa bene a sospettare della sua nuova fiamma.

A ritrovarsi, o forse a trovarsi per la prima volta, sono poi Owen (Blair Underwood) e Alex, lei sempre pronta ad aiutare, con la sua sindrome da eroina, non poteva che far suo anche questo problema; l’ex agente, ormai solo professore, non è infatti più pronto a stare sul campo, e un’improvvisa azione lo dimostra abbondantemente.

Finalmente si torna a parlare di Lèon (Aarón Díaz) che già un paio di puntate fa era stato mostrato morto: con il tentativo di incastrare Raina viene a galla anche la sua storia e diventa chiaro che chi stava indagando sull’AIC la sta rischiando davvero grossa.

L’unica linea che non si evolve è invece quella di Harry (Russell Tovey) che rimane ostaggio di Sebastian (David Lim) anche per questa puntata. Far affezionare il pubblico a lui è stata un’ottima mossa che terrà i fan attaccati alla serie fino alla scoperta del suo destino.

Quantico 2×17 è una bella puntata, che non confonde più come in precedenza ma che al contrario chiude situazioni, arriva a punti, prima di aprirne altre, mantenendo acceso l’interesse ma senza ingarbugliare eccessivamente l’intreccio.