Ray Donovan 2×12 recensione dell’episodio con Liev Schreiber

1075

Ray Donovan-logo

Il finale di stagione di Ray Donovan esaurisce i racconti intrapresi per quest’anno seguendo le vicende in parallelo di Ray (Liev Schreiber) e Mickey (Jon Voight ) e rilanciando nel finale i personaggi verso un altro capitolo.

ray-donovan-1x12 (2)The Captain oltre a portare in primo piano le stranezze di Mickey, protagonista di numerosi sipari comici che vanno a smorzare i toni drammatici delle vicende di Ray, sembra portare la serie ad uno stato “originario”, il titolo è stato già utilizzato ad apertura della stagione, mostrando di nuovo Ray libero da ogni apparente legame e Mickey ricco che lascia Los Angeles.
La puntata ritrova così i ritmi interni dei personaggi, dopo due episodi adrenalinici, in primis risolve la situazione di Terry (Eddie Marsan) in galera dopo la rapina, per poi seguire la giornata di Ray che successivamente viene sconvolta dalla vicenda di Kate (Vinessa Shaw). Questa rappresenterà la svolta nonché il cliffhanger della serie, il Ray stanco e turbato, farà luce su tutti i segreti di Erza (Elliott Gould), Cochran (Hank Azaria), Steve (Eion Bailey) e Cookie (Omar J. Dorsey), distruggendo ogni ponte con il passato, il presente ma soprattutto il futuro e rilanciando così la sua posizione per la prossima stagione. Questa epifania cosa porterà nella sua vita? Di chi sarà il faccendiere? Come ricucirà il matrimonio con Abby (Paula Malcomson)? Come muteranno i rapporti con Avi (Steven Bauer)?

ray-donovan-1x12Dall’altra parte abbiamo le parentesi di Mickey che si contraddistinguono per follia e casualità. Mentre il figlio pianifica per avere le sue tranquillità, Mickey è una vera scheggia impazzita. Dopo aver scoperto i pochi soldi della rapina andrà a far cassa da Allen, dal poliziotto dall’FBI e da chiunque gli possa dare il giusto “compenso” per andarsene in Messico, dove il rancore dei figli è lontano e lui può pensare al suo egoistico sballo. La fortuna e gli eventi decidono di accontentarlo con una scommessa ai cavalli che lo farà diventare milionario, pagherà i suoi “debiti morali” e andrà via, ma questa volta sarà per sempre?

ray-donovan-1x12 (3)Il dodicesimo episodio esplica in maniera esauriente e completa una stagione  fatta di nuovi e interessanti personaggi che hanno ampliato il mondo dei Donovan e arricchito i protagonisti di ulteriori sfaccettature. Alternando i registri action a quelli riflessivi, incentrati su temi o personaggi, vengono confermati così i numerosi sbocchi per il futuro, tra nuovi arrivati e ricordi del passato che alimentano la fitta rete che lega Los Angeles a Boston. Ann Biderman ha scritto una stagione migliore della prima, decidendo di alternare i registri narrativi e conservando la struttura di un gangster ma senza andare nei stereotipi del genere, ma affiancandoli e facendo diventare l’intreccio di corruzione, manipolazione e potere qualcosa di più moderne accattivandosi così il pubblico con una racconto fisso in un genere ma con tensioni contemporanee.