Scream, la nuova serie televisiva statunitense ispirata all’omonima serie cinematografica e ideata da Jill E. Blotevogel, ha debuttato martedì sera su MTV. I film horror anni Novanta, quindi, rivivono in una nuova trasposizione, questa volta televisiva, con al centro nuovamente il terribile assassino mascherato. Il ruolo della protagonista, originariamente affidato a Neve Campbell e alla sua Sydney Prescott che ha terrorizzato intere generazioni, è ora passato a Willa Fitzgerald.

 

scream-1x01-3L’attrice interpreta Emma Duvall, la ragazza presa di mira dall’assassino. Ma come ogni tradizione che si rispetti, il pilot si apre con Nina Patterson (Bella Thorpe), la reginetta della scuola, che dopo uno scherzo di cyber bullismo, viene brutalmente uccisa nella sua casa. La reazione dei compagni/amici, però, è diversa: chi organizza feste, come Brooke (Carlson Young), chi viene emancipato dal gruppo perché lesbica come Aubrey (Bex Taylor-Klaus), chi si sforza di trovare un appiglio nell’accaduto e ricominciare, come Emma. Ma gli omicidi sono solo all’inizio, e l’unico che sembra accorgersene è Noah (John Karna), un appassionato di serial killer che non si lascia intimidire da storie così.

scream-1x01-2Scream 1×01, quindi, debutta riportando alla luce l’uomo incappucciato artefice di brutali omicidi, ma vent’anni dopo quelli originali. L’asso temporale è sancito soprattutto dai personaggi e dalla tecnologia, che mai come questa volta è incentrata sui nuovi dispositivi ormai così abituali tra gli adolescenti. Il pilot, a differenza del film, parte in maniera più lenta, per il semplice motivo di introdurre bene i vari personaggi e lasciare loro il giusto spazio. L’omicidio iniziale, che forse è meno potente di quello originale, è comunque funzionale ad addentrarci appieno nel mondo ossessionato di Scream.  Se è ancora presto per avere un primo sospettato, è altresì vero che i personaggi sono ben stereotipati, permettendo così di avere un quadro generale complesso e ben amalgamato. Il ritmo procede veloce e la suspense è tangibile in più di qualche scena, soprattutto nel finale, dove arriva la telefonata che nessuno vorrebbe mai ricevere. Tenendo alta la tensione, quindi, Scream si dimostra una serie tv che è riuscita comunque a centrare l’obiettivo principale, ovvero quello di volerne sapere di più. Vedremo se anche gli ascolti le daranno ragione, altrimenti avremo un assassino in meno di cui preoccuparci. Dopotutto, è sempre estate.

VOTO: 3/5 stelle