Non è strano che anche i fratelli Andy e Lana Wachowski siano andati a ingrossare la già folta schiera di registi e produttori attratti da Netflix. In fondo, i due sono pur sempre gli ideatori di Matrix, la trilogia che ha segnato la storia del cinema, della letteratura, ma anche e soprattutto del progresso tecnologico degli ultimi decenni.

 

La serie da loro creata, che esordirà il 5 giugno, è intitolata Sense8 e narra la storia di otto persone che non hanno alcuna connessione tra loro. Sarà un avvenimento tragico a intrecciare i loro destini e, seppur sempre lontani, si ritroveranno a parlarsi e vedersi come se fossero nello stesso luogo. Non solo. Guardando il trailer della serie, si intuisce che le figure attorno alle quali ruota la storia potranno anche vivere flash di esperienze e sensazioni provate dagli altri possessori di questo “ottavo senso”.

Assisterete a qualcosa di nuovo e mai visto finora in termini di narrazione” ha detto il responsabile e produttore esecutivo J. Michael Straczynski (autore della sceneggiatura di Changeling e produttore di Thor Ninja Assassin – World War Z e della serie degli anni ‘90 Babylon 5), “Stiamo per trattare argomenti e presentare scenari mai sperimentati finora da una serie”. 
sense-8-5Sense8
 si articolerà in 12 episodi e cinque stagioni, e vedrà in azione – parola appropriata, sembra che ce ne sarà tantissima – attori non proprio conosciuti, come la bella inglese Tuppence Middleton che interpreterà una Dj islandese, l’americana Jamie Clayton nei panni di una blogger transessuale di San Francisco, Tina Desai che sarà una farmacista di Bombay e Aml Ameen alias Capheus  autista a Nairobi. Ci saranno inoltre Brian J. Smith (Gossip GirlWarehouse 13) che impersona un poliziotto di Chicago, Miguel Ángel Silvestre (Velvet) nel ruolo di Lito, attore messicano omosessuale, Bae Doona (Mr.VendettaCloud Atlas)  donna d’affari di Seul e infine Max Riemelt (I ragazzi del ReichL’Onda) che sarà Wolfgang, un hacker di Berlino.
L’unico nome che spicca davvero nel cast, ma che non è registrato nella categoria dei personaggi principali, è quello di Daryl Hannah, la Sirena a Manhattan nonché Pris di Blade Runner e più di recente la Elle Driver di Kill Bill vol. 1 e 2. C’è  inoltre Naveen Andrews celebre per aver recitato in Lost.

sense-8-1Per rendere il tutto più realistico, le riprese della serie sono state effettuate in giro per il mondo, dagli Stati Uniti al Regno Unito, dalla Germania al Messico, fino in Kenya.  La colonna sonora è affidata a Tom Tykwer e Johnny Klimek, co-autori di quella di Cloud Atlas. “La storia è nata dopo un confronto notturno su come la tecnologia ci unisce e ci divide allo stesso tempo”, hanno dichiarato i Wachowsky, ed in effetti l’intreccio, già paragonato a un puzzle da alcuni magazine francesi, sembra a prima vista molto originale ed estremamente attuale poiché trasferisce le interconnessioni e condivisioni di emozioni ed esperienze che viviamo quotidianamente grazie – o a causa – del web, nella vita “reale” tramite i sensi, anzi, tramite l’ottavo senso.

La riflessione è una pura ipotesi poiché non sono molte le notizie trapelate sulla serie. “Sarà uno spettacolo che sfida i generi, anche se forse potremmo definirlo un thriller soprannaturale”, hanno dichiarato Hannah e Andrews durante una conferenza stampa. “Ci saranno anche degli antagonisti. Forze oscure che cercano di fermare questo legame che, in qualche modo, racchiude in sé la chiave per salvare l’umanità”. Scusate se è poco.