sleepy-hollow-banner

È atteso per il prossimo 16 settembre, il debutto sugli schermi americani della Fox, di una serie tv che potrebbe diventare uno dei fenomeni televisivi della prossima stagione. Si tratta di Sleepy Hollow. Era già da un paio di anni che sul web, si rincorreva la notizia di questo adattamento; in primis ci fu la CW che aveva adocchiato le potenzialità di questa serie tv, poi anche la ABC ma il progetto è stato concretizzato dalla Fox che ha deciso di trasformarla in una hit series. Proprio Sleepy Hollow infatti, alzerà metaforicamente parlando, il sipario della stagione 2013-14. Il piatto è ricco e il network ha deciso di viziarci, servendo 13 episodi, senza interminabili pause, permettendo così alla serie di essere diluita con cautela ed essere impreziosita da una trama avvincente e con pochi episodi filler.

SLEEPY-HOLLOW-TV-Series-600x425Ispirato al film conSleepy Hollow racconta delle avventure di Ichabod Crane, agente di polizia dell’800 che si ritrova misteriosamente nello stesso paesino 200 anni dopo. Torna dal passato come lui anche il Cavaliere senza testa, che inizierà a seminare terrore esattamente come nel film e nel racconto da cui fu tratto il lungometraggio di Tim Burton. Al fianco di Ichabod Crane una detective, Abbie Archer, interpretata da Nicole Beharie. che lo aiuterà a capire chi è il Cavaliere e come fermarlo. Dietro la nuova serie tv c’è il famoso racconto La Leggenda di Sleepy Hollow, di Washington Irving, scrittore americano dell’800. Nel 1999 Tim Burton girò un film ispirato al racconto e diede a Johnny Depp il ruolo di protagonista, affiancato da una brillante Christina Ricci. Quasi 15 anni più tardi Ichabod Crane viene interpretato dall’attore inglese Tom Mison, al cast si aggiungono anche il capo della polizia Frank Williams (Orlando Jones) e la defunta moglie di Ichabod, Katrina Crane (Katia Winter)

sleepy-hollow-poster-comic-conSarà un successo? Ai posteri l’ardua sentenza, ma almeno dal lungotrailer che è già un fenomeno in rete, la serie tv potrebbe diventare un discreto prodotto di intrattenimento. Questa matricola seriale, anche se non è il prodotto più originale della stagione, quantomeno cerca di mantenere piuttosto stabili gli equilibri precari della Fox. Tutte le serie tv del network infatti, non hanno ascolti brillanti (fatta eccezione per The Following), e forse Sleepy Hollow potrebbe essere lo show televisivo che manca alla rete di Murdoch.

Una serie questa che mantiene inalterate le atmosfere dark ed asfissianti del film, ma soprattutto punta: su effetti speciali abbastanza convincenti, sparatorie a gogo, una vicenda che si sviluppa con parsimonia, un cast piuttosto funzionante ed un’improbabile vena comica. Sleepy Hollow si presenta così, come un prodotto seriale adatto a tutti, che non vuole emulare né il racconto né il film di Tim Burton, ma semplicemente, vuole raccontare una storia al passo con i tempi che intrattiene senza troppe pretese. Importanti saranno i flashback che, sempre con molta calma, ci raccontano la vita di Ichabod ed il suo incontro con il leggendario cavaliere senza testa, illustrando quindi un altro lato della medaglia che forse neanche nel lungometraggio abbiamo mai conosciuto.

Certo su tutta la serie paventa pesantemente lo spetto del trash, però, prima di fermarci alle apparenze e quindi di cestinare lo show, cerchiamo di guardare Sleepy Hollow con un occhio meno critico e senza fare nessun paragone perché, dal mondo seriale americano, non possiamo aspettarci più prodotti originalissimi … almeno per quanto riguardo i network generalisti.

 
Articolo precedenteThe Bridge 1×09 – Recensione
Articolo successivoDanny Huston nel cast di American Horror Story:Coven
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.