star-wars- serietvSi chiamerà Star War Rebels la nuova serie animata del noto franchise di George Lucas.Dopo la notizia shock della cancellazione della serie animata The Clone Wars, il regista Dave Filoni aveva provato a rassicurare i fan spiegando che era al lavoro su “nuove storie” che sarebbero arrivate ai fan attraverso altre piattaforme multimediali in forma di webseries o direct-to-video. I fan ora possono tirare ufficialmente il fiato, visto che ora questo nuovo progetto è stato ufficializzato, ha un titolo, una data di uscita e una trama (anche se ancora abbozzata). Star Wars Rebels infatti dovrebbe debuttare nell’autunno 2014 con uno speciale di un’ora su Disney Channel, anche se poi andrà ufficialmente in onda su Disney XD in tutto il mondo e sarà ambientata tra gli eventi raccontati nei lungometraggi Episodio III ed Episodio IV, andando a coprire un “buco” di quasi due decenni. Ovvero quando l’Impero sta cercando di assicurarsi il controllo della galassia dando la caccia agli ultimi cavalieri Jedi sopravvissuti mentre la Ribellione comincia a prendere forma. Produttore esecutivo e sceneggiatore dell’episodio pilota sarà Simon Kinberg (già al lavoro anche sugli spin-off di Star Wars) mentre Dave Filoni avrà il ruolo di produttore esecutivo insieme a Greg Weisman (The Spectacular Spider-Man). Già aperta anche la pagina facebook della serie, mentre qui potete trovare il comunicato ufficiale. Vi terremo aggiornati.

 

Fonte: Mashable.com

Articolo precedenteBeauty and the Beast su Rai 2
Articolo successivoAmazon – presto in tv una serie su Wonder Woman?
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.