State of Affairs 1×04 recensione dell’episodio con Katherine Heigl

State_of_Affairs_logo

Charlie (Katherine Heigl) e Nick (Chris L. McKenna) ricevono lo stesso messaggino di minaccia – l’immagine di una pistola con sotto scritto Bang, Bang –  ed entrambi iniziano ad indagare più approfonditamente su chi conosca così dettagliatamente i loro segreti. Charlie, però, continua ad avere incubi su Fatah (Farshad Farahat) e sulla notte dell’attentato a Kabul, dove ha perso la vita Aaron (Mark Tallman), suo fidanzato e figlio del Presidente Payton (Alfre Woodard). Nel frattempo, a Panama, un terremoto minaccia un’epidemia di vaiolo e i membri della CIA dovranno decidere quale precauzione adottare.

State of Affairs - Season 1Si intitola Bang, Bang il quarto episodio della prima stagione di State of Affairs, la nuova serie tv statunitense della NBC di genere spionistico e ideata da Joe Carnahan. Anche in questo caso siamo di fronte ad un episodio completo, che alimenta la suspense e tiene in tensione fin dalle primissime inquadrature. Dopo la messa in onda dei primi quattro episodi, quindi, si può affermare con certezza che State of Affairs si è dimostrata al di sopra delle aspettative. In Bang, Bang si procede per gradi, fino ad arrivare al colpo di scena finale, in un crescendo alimentato da una colonna sonora coinvolgente e da un ritmo avvincente che contribuiscono alla perfetta riuscita dell’episodio. In quest’ultimo, infatti, continuano ad alternarsi i momenti di quotidianità della CIA ai misteriosi risvolti dietro l’assassinio di Aaron.

State of Affairs - Season 1Ed è proprio questo il filo conduttore che lega State of Affairs fin dal suo inizio: chi l’ha ucciso veramente? Quali segreti si celano dietro la sua morte? Da quel poco che abbiamo compreso fino a questo momento, una cosa è certa: quando gli Stati Uniti sono coinvolti, non c’è niente di semplice e scontato. Dietro ogni mossa, ogni decisione o strategia, ci sono mille sfumature che ne possono alterare il risultato. Così quando il Senatore Green (Melinda McGraw) insinua alcuni dubbi al Presidente Payton sulla notte in Afghanistan riguardo alla lealtà di Charlie e Nick, tutte le certezze vengono meno. E Bang, Bang riesce a far arrivare tutta questa tensione, lasciando lo spettatore in sospeso tra segreti e bugie che devono ancora essere svelati, ma che non fanno che aumentare l’attesa.

 
 

RASSEGNA PANORAMICA

Martina Farci
Cresciuta con la magia di Harry Potter, Hogwarts le ha aperto le porte dei libri e Moulin Rouge! del cinema. Vivendo di sogni, storie e film, si è laureata in Discipline della musica, dello spettacolo e del cinema/Film at audiovisual studies all’Università degli Studi di Udine. Tra un film e una serie tv, un festival e un’immancabile tazza di caffè, spera che tutto questo possa diventare più di una semplice passione. In fondo, “se puoi sognarlo puoi farlo”, diceva Walt Disney.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -