The Newsroom 3×05 recensione dell’episodio con Jeff Daniels

    376

    The Newsroom - Copia

    Nel quinto episodio di The Newsroom, Will (Jeff Daniels) affronta i suoi giorni in prigione con uno scomodo compagno di cella, nel mentre MacKenzie (Emily Mortimer) si adatta alla nuova politica commerciale della rete di Pruit (B.J. Novak) in cui Don (Thomas Sadoski) deve tenere un delicato battito sullo stupro e Sloan (Olivia Munn) attacca le apps associate al network. Nel mentre Jim (John Gallagher Jr.) e Maggie (Alison Pill) appiano le loro divergenze su un volo in cui ci dovrebbe essere Edward Snowden.

    The Newsroom 3x05-2Oh Shenandoah è un episodio che mostra i risvolti di una resistenza forzata, tutta la redazione vive un forte stress per un processo che ormai non è possibile cancellare. La missione di civilizzazione voluta da Mac, Charlie e Will ha avuto modo di farsi amare da tutti i giornalisti del network che ormai non accettano compromessi con nessuno. Ma la realtà è che in 52 giorni, che segnano anche la prigionia di Will, il sistema di fare news è alla mercé non sono degli ascolti, che volevano i Lansing, ora è oggetto anche della ipermedialità del web e dei social e come questi agiscono senza professione che portando con sé gli inevitabili conflitti etici. In maggior rilievo c’è l’approfondimento di Don, il dibattito non piace al producer e cerca di dissuadere Mary in tutti modi intavolando una delle più esaustive riflessioni su uno dei temi più scottanti in America, lo stupro nei collage.
    The Newsroom 3x05-3Di seguito si concatenano le vicende di Mac e Sloan, la prima non riesce a gestire la mole di lavoro imposta da Charlie (Sam Waterston), che ormai sembra fagocitato dal sistema delle tendenze e del gossip. Scontro che Sloan percepisce come un motivo per reagire, lo fa nel mondo in cui Will le ha insegnato, andando in diretta e dare il via ad una spietata intervista riuscendo a infondere quello spirito di inchiesta, di intelligenza e riflessione che ferma un’intera redazione risvegliata dal torpore di meri annunci.

    The Newsroom 3x05La penultima puntata dello show di Sorkin si rivolge nuovamente allo spirito del giornalista moderno surclassato dalla logica del mercato che ha come obiettivo di creare “traffico” sul web e non nelle menti delle persone. Un episodio che si ferma a riflettere nuovamente sulla professione del reporter che si concede delle pause sono con l’inevitabile rappacificamento tra Maggie e Jim e il colpo di scena finale che lancia l’ultimo episodio della serie gettando incertezza su come sarà il destino dei reporter dell’ACN.
    La puntata eccelle nei dialoghi, lo sceneggiatore statunitense da sfogo al suo estro supportato dalla bravura degli attori Sadoski su tutti, portando la sua riflessione indietro di un paio di stagioni e mostrando il nuovo stallo giornalistico. Prima spronava a dare informazioni fuori dal sistema della politica, ora bisogna riflettere sulle basi, chi detta le regole del giornalismo? Chi lo controlla e lo verifica? Quando si da una news qual è il confine tra il pubblico e il privato? Tutte domande che Sorkin pone e argomenta e sviluppa con il suo tipico idealismo.