Suits

Nell’ampio panorama dei Legal- Drama televisivi, ormai saturo di procedural troppo simili tra loro per poter essere distinti o apprezzati per le loro qualità; in un panorama dominato soprattutto dal gigantesco merchandising di Law and Order creato da Dick Wolf, con difficoltà si sta facendo strada nel palinsesto televisivo americano l’ottimo Suits, che rivisita il classico genere con una spolverata di glam appropriata, protagonisti carismatici, sfide senza limiti- e senza esclusioni di colpi- meschinità varie ed eventuali e intrighi degni dell’alta società più torbida e lasciva. Suits rinfresca un genere che rischiava, altrimenti, di passare di moda dopo i primi, folgoranti, successi degli anni 2000 e di lanciare il suo ultimo canto del cigno con alcune discutibili produzioni che tentavano di rinverdirne i fasti mescolando i vari generi (incroci tra comedy e rom-com, per esempio…).

La serie ha debuttato per la prima volta negli Stati Uniti il 23 Giugno 2011 sulla tv via cavo USA Network riscuotendo un ottimo successo, tanta da spingere i dirigenti a rinnovarla per una seconda stagione composta da 16 episodi nell’Agosto dello stesso anno.

suits-cast

Nella prima stagione vengono presentati i personaggi protagonisti intorno ai quali ruoteranno le vicende delle successive stagioni, oltre che una indiscutibile varietà di personaggi di contorno, tra comprimari e comparse. Tra i personaggi di rilievo spicca Harvey Specter (interpretato dall’attore Gabriel Macht che ha conquistato così un “posto al sole” nell’olimpo delle star televisive), uomo cinico, spietato, senza scrupoli, mondano e amante delle donne e del lusso (soprattutto predilige i completi d’alta sartoria…) da poco diventato socio senior dello studio legale Pearson&Hardman, gestito dalla spregiudicata ed esperta Jessica Pearson (Gina Torres). Per questo motivo, però, deve per forza assumere un giovane associato: un problema, se odi tutti i neo-laureati trendy e sapienti di Harvard. Ma il destino pone sulla strada di Harvey il giovane Mike Ross (il “debuttante” e talentuoso Patrick J. Adams) un ragazzo sveglio e dotato di una impressionante intelligenza, nonché di una memoria eidetica che lo spinge a ricordare qualunque cosa senza sforzo. Espulso dal college, vede i suoi sogni di gloria ormai infranti, e si limita a vivere con l’anziana nonna e a guadagnare qualcosa dando una mano al suo amico Trevor, uno spacciatore, facendogli da corriere. Proprio per sfuggire ad alcuni agenti sotto copertura, fa finta di sostenere un colloquio con Harvey per ottenere il posto, ma non si immagina di ottenerlo dopo aver strabiliato il socio navigato, colpito dall’intelligenza prodigiosa del ragazzo e completamente indifferente alla mancanza di una laurea da parte sua. Mike, così, fa la conoscenza di Donna Paulsen (Sarah Rafferty), segretaria legale e confidente intima di Harvey (è, infatti, segretamente innamorata di lui…) l’unica a conoscere davvero il segreto del ragazzo; la socia e fondatrice dello studio Jessica e il socio Louis Litt, rivale di Harvey e supervisore degli associati, che invece odia Mike e lo tiene d’occhio sospettando qualcosa; infine, Mike incontra la collega e coetanea Rachel Zane (Meghan Markle), verso la quale prova subito un’istintiva attrazione ostacolata, però, dai segreti che ci sono tra loro e dalla relazione con Jenny, la ex di Trevor. Anzi, proprio l’uomo innesca quei meccanismi che aprono la seconda stagione: Jessica viene a conoscenza del fatto che Mike non è laureato. La situazione, già problematica, viene complicata dal ritorno dell’altro socio fondatore Daniel Hardman il quale, in seguito alla morte della moglie, torna a rivendicare dopo cinque anni i suoi diritti sullo studio, nonostante fosse stato estromesso perché rubava soldi ai clienti per mantenere la sua amante, portando così Jessica e Harvey a compiere la loro scalata al successo. Jessica, dopo aver scoperto la verità su Mike, decide di licenziarlo, ma Harvey si oppone, minacciando anche le sue dimissioni: Jessica, messa alle strette e sapendo che anche questa storia le si ritorcerà contro insieme alla diatriba in corso con Daniel, decide di reintegrare Mike.

suits

Mike vorrebbe rivelare la verità a Rachel, ma Harvey lo ferma: nessuno deve sapere la sua storia e quella della sua laurea. Nel frattempo anche quest’ultimo vive dei problemi: viene accusato di negligenza per aver occultato un documento che in passato gli aveva permesso di vincere un caso. L’uomo non ne sa niente, e Donna viene accusata di aver nascosto il suddetto documento, facendosi licenziare dallo studio. Questa nuova storia fornisce ad Hardman il pretesto per portare Jessica davanti al consiglio con l’intento di estrometterla dallo studio, ma Harvey e Mike scoprono che fu proprio il socio fondatore a manomettere volontariamente il documento, portandolo così all’esclusione definitiva. Harvey crede così di poter diventare finalmente socio paritario con Jessica, ma la donna ha ben altro in mente: fondere il suo studio con quello di Edward Darby, con sede a Londra.

Suits-posterAll’inizio della terza stagione (finora l’ultima visibile) le relazioni sono ancora più tese: Harvey è deluso da Jessica perché non lo ha voluto come socio; Mike ha perso il rapporto con Harvey e con Rachel per perorare la causa di Jessica e mantenere l’integrità dello studio. Louis fa carriera e Jessica gli concede la possibilità di assumere un assistente. La scelta ricade su Mike, cominciando a corteggiarlo visto che ormai i rapporti con Harvey sono compromessi. Ma, proprio quando Mike sta per accettare l’incarico, Harvey torna a chiedere scusa al ragazzo chiedendogli di tornare a lavorare per lui.
Ma un nuovo scandalo sta per abbattersi sullo studio: il caso Hessington Oil, che vede imputata Ava Hessington, agguerrita donna d’affari cui Edward Darby è profondamente legato. Il caso viene assegnato a Harvey, che chiede a Darby come ricompensa per la vittoria, appoggio incondizionato per sottrarre a Jessica la sua quota nella società. Harvey quindi convince Ava a dichiararsi colpevole per evitare il carcere; ma il tentativo di rivalsa di Cameron Dennis, vecchio mentore di Harvey, riapre il caso Hassington in modo drammatico: Ava viene arrestata per il coinvolgimento nell’omicidio di sei manifestanti che si opponevano al progetto dell’oleodotto della Hassington Oil, oltre che per corruzione di un’alta carica militare. Ava suggerisce a Harvey e Mike di corrompere i testimoni dell’omicidio, nel tentativo di evitare il carcere, ma Harvey rifiuta e il suo incarico viene revocato. A quel punto Mike trova, però, un modo furbo per aggirare l’ostacolo legalmente, corrompere i testimoni e vincere la causa. Nel frattempo Darby non è soddisfatto del modo in cui viene gestito il processo a Ava Hessington, e invia a New York il suo braccio destro, Stephen Huntley, per supervisionare l’operato di Harvey ed intervenire se necessario. Inizialmente, Harvey sospetta che Huntley sia in città per assumere un nuovo ruolo presso l’ufficio di New York; in seguito capisce che Darby lo ha inviato invece per aiutarlo a vincere il caso Hassington e sottrarre così lo studio a Jessica. Così Harvey confessa a Mike la volontà di sottrarre lo studio a Jessica con la complicità di Darby, proprio quando la donna fa “mea culpa” e gli confessa di volerlo nominare suo socio associato.

La serie, visto il buon successo riscontrato, è stata rinnovata lo scorso 24 Ottobre 2013 per una nuova stagione, la quarta.

 
Articolo precedenteBetter Call Saul: Aaron Paul potrebbe tornare
Articolo successivoHouse of Cards 2×03 recensione dell’episodio con Kevin Spacey
Ex bambina prodigio come Shirley Temple, col tempo si è guastata con la crescita e ha perso i boccoli biondi, sostituiti dall'immancabile pixie/ bob alternativo castano rossiccio. Ventiquattro anni, di cui una decina abbondanti passati a scrivere e ad imbrattare sudate carte. Collabora felicemente con Cinefilos.it dal 2011, facendo ciò che ama di più: parlare di cinema e assistere ai buffet delle anteprime. Passa senza sosta dal cinema, al teatro, alla narrativa. Logorroica, cinica ed ironica, continuerà a fare danni, almeno finché non si ritirerà su uno sperduto atollo della Florida a pescare aragoste, bere rum e fumare sigari come Hemingway, magari in compagnia di Michael Fassbender e Jake Gyllenhaal.