La terza stagione della serie Fox The Following inizia con il matrimonio dell’agente Mendez (Valerie Cruz). Ryan (Kevin Bacon) è al party con la nuova compagna Gwen (Zuleika Robinson) e la nipote Max (Jessica Stroup). Poco dopo l’arrivo di Mike (Shawn Ashmore) un fatto inquietante turba gli invitati e fa tornare la mente di Ryan all’intera vicenda legata a Joe Carroll (James Purefoy). Intanto una coppia di assassini compie un delitto in un hotel che richiamerà l’attenzione dell’FBI.

 

the-following-3x01-2Una premiere in linea con lo stile della serie, questa New Blood che segna il ritorno di Bacon e compagni dopo la fine della seconda stagione. Kevin Williamson, creatore della serie, fa ripartire la storia da dove si era interrotta usando ancora gli stessi ingredienti. Con Carroll fuori combattimento (ma non si può mai dire) ci sono altri seguaci pronti a uccidere nel suo nome e seminare il panico tra la gente. Dall’altra parte c’è Ryan Hardy e l’FBI che con tutte le forze cercheranno di prevedere le mosse dei ‘followers’ prima che riprendano a lasciare vittime sulla loro strada. In mezzo si rivedono gli efferati omicidi inscenati per colpire Hardy, Max e Mike, colpevoli di aver combattuto e sconfitto il guru. Riecco l’ansia e l’angoscia di quelle irruzioni di tre agenti che entrano armati solo di torcia e pistola nei covi abbandonati dai killer. Killer che puntualmente spuntano all’improvviso o si danno alla fuga quando si pensava di averli catturati. E tutto questo solo nel primo episodio. Come nelle due precedenti premiere ma forse stavolta in tono minore, in 40’ viene raccontata una storia talmente intrigante e coinvolgente da quasi obbligare ad andare avanti, in attesa degli sviluppi. Poi c’è lui, Joe Carroll, che dalla foto segnaletica sembra guardare Ryan con il sorriso beffardo di chi ha pronto il colpo a sorpresa, per tornare a far paura.

The-Following-3x01-4Il personaggio di Ryan appare cresciuto e questa volta sembra aver davvero voltato pagina. Nonostante un passato che pesa come un macigno, riesce a sorridere sereno alla nuova fidanzata e a spendere parole di speranza sull’amore e il matrimonio. Ripensare a Joe, magari parlandone con Mike, sembra fargli meno male. Quel dolore che lo lacerava dentro quando si sentiva responsabile per le persone che non era riuscito a salvare sembra essersi attenuato e anche quando gli eventi lo costringono a ripensare all’accaduto riesce a mantenere il giusto distacco. In questo senso Carroll, i nuovi seguaci e il loro attacco frontale contro Ryan non riescono a cogliere nel segno come prima, proprio per questa nuova consapevolezza, che risulterà essere l’arma in più dell’agente nel proseguo della storia. Una storia che ora potrebbe sembrare ‘stiracchiata’ ma che sicuramente salirà di intensità al momento giusto.

VOTO: 3.5/5 stelle