The Leftovers 1×04: recensione dell’episodio

In The Leftovers 1×04 è la vigilia di Natale e qualcuno, pensando forse di fare uno scherzo divertente, ruba il Bambino Gesù dal grande presepe del paese. Il Capo Garvey è impegnato ad organizzare una specie di imboscata alla setta dei Guilty Remnants (Colpevoli Rimasti) in occasione del ballo di Natale che si organizza in città, ma viene coinvolto nella faccenda del furto del Bambinello suo malgrado. Contemporaneamente Tom e la giovane Christine sono nei guai, incapaci di gestire una situazione che sembra essere nota a tutti tranne che allo spettatore, mentre Wayne tarda a farsi sentire. Anche Jill, la giovane figlia di Kevin sembra stia sviluppando un’avversione sempre maggiore nei confronti del padre, mentre la madre, Laurie, membro della setta dei GR, ha preso un’importante decisione, aiutata dall’ancora incerta Meg.

 

La puntata monotematica numero 3 lascia spazio ad un episodio che, a causa delle relazioni esistenti trai personaggi, porta avanti più filoni narrativi e in cui il protagonista assoluto, Justin Theroux, si circonda di tutti i caratteri che ne costituiscono il piccolo, angusto e doloroso universo. E così si indaga sui figli di quest’uomo, entrambi persi, anche se in modo molto diversi, e sulla moglie, una donna spezzata che fa una scelta ben precisa e, in questo episodio di The Leftovers 1×04, ci lascia scoprire qualcosa in più sui personaggi.

The Leftovers 1x04Il racconto di Damon Lindelof, che si fa affiancare nella scrittura da Elizabeth Peterson, procede in maniera poco uniforme, alternando momenti di grandissimo pathos, ad altri di totale indifferenza, e costellando l’episodio di situazioni, momenti e inquadrature che hanno del disturbante.

The Leftovers 1×04 riprende il racconto corale, dopo la breve parentesi focalizzata su Padre Jamison, e ci offre un altro affresco di difficoltà, dolore e paura, ma manca di mordente e ben presto cominciamo a chiederci se esiste davvero una ragione profonda che ci spinga a guardare l’episodio successivo.

RASSEGNA PANORAMICA

Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -