The Newsroom 2×04 – Recensione

    381

    The-Newsroom-2

    Maggie ripercorre gli eventi in Africa con l’avvocato Rebecca Halliday, partendo dalla puntata del 30 Settembre 2011 in cui Shelly Wexler si rifiuta di collaborare con Neal e Jerry, dopo che durante la diretta Will McAvoy le fa fare una brutta figura. Nel mentre Jim viene richiamato a New York da Mackenzie poiché sollevato da inviato per la campagna di Romney.

    The-Newsroom-2x04

    Una quarta puntata emotiva quella di The Newsroom, la sceneggiatura di Aaron Sorkin preferisce mettere in primo piano la storia di Maggie e quello che è successo in Africa, fornendo la prima vera risposta sulle storie che si sono intrecciate durante l’operazione Genoa.
    La storia di Meggie (Alison Pill) non è come quelle che si è soliti vedere riguardo ad americani che fanno reportage nelle zone di guerra in Africa, bensì è una storia molto semplice e ricca di pathos, che seppur abbastanza vista come struttura e prevedibile nel suo insieme; l’interpretazione degli attori, i continui rimandi alle battute “i capelli biondi portano guai” e l’alternanza tra le scene viste e quelle raccontate attraverso i “pop pop” di Meggie; sottolinea l’intensa emotività nonché quello ha affrontato nella costruzione di questo reportage che non si è mai realizzato.
    È una puntata fortemente legata al lavoro di montaggio di Ron Rosen, poiché alterna la realtà che si sta vivendo con le deposizioni all’avvocato Rebecca Halliday (Marcia Gay Harden) e i fatti antecedenti allo scandalo. Anche questa volta il caso Genoa si intreccia alle altre notizie che passano per la redazione, a portare nuove prospettive sarà Shelly che informerà Neal di un testimone che ha lavorato presso una ONG e ha fatto rapporto riguardo alcune azioni americane che vedevano coinvolte armi chimiche sui civili.
    Altro tema importante è l’intervista in diretta che Will (Jeff Daniels) fa proprio a Shelly Wexler (Aya Cash), uno dei portavoce del movimento Occupy Wall Street. Nella scena troviamo una serie di domande pungenti e scomode in cui si nota la verve e l’egocentrismo di Will che era stata intaccata nelle precedenti puntate e che riprende alcuni degli atteggiamenti “nervosi” che avevamo già visto in Bullies, puntata della prima stagione. Questo serratissimo botta e risposta preannunciato da MacKenzie (Emily Mortimer) con “la cena è servita” è caratterizzato da un perfetto ritmo interno, che in un secondo momento rivelerà quello che sembra essere un consiglio, da parte dello stesso sceneggiatore al movimento, ma anche far luce sulle incertezze dell’anchorman e la sua voglia di riconquistare qualche punto nella sua reputazione di moderato.

    The-Newsroom-2x04-2

    Unintended Consequences è stato un episodio forte, con un ottima interpretazione di Allison Pill sui traumi che il suo personaggio ha dovuto affrontare. Ma ciò in cui pecca è il modo in cui sembra aver concluso la campagna di Romney seguita da Jim (John Gallagher Jr.) poiché ci si aspettava qualcosa di più realistico. Inoltre i continui “assaggi” sull’operazione Genoa, allettano ma non soddisfano fino infondo.