The Newsroom 2×05 – Recensione

    546

    The-Newsroom-2

    Will è distratto durante la diretta televisiva da una telefonata del padre e da un Twitter poco lusinghiero, nel mentre Charlie riceve una visita dall’Ufficio dell’intelligence, che è a conoscenza del caso Genoa. Sloan e Don vengono screditati come giornalisti e Meggie ancora traumatizzata commette numerosi errori sotto gli occhi di Jim.

    the-newsroom-2x05

    La quinta puntata di The Newsroom scritta da Aaron Sorkin e diretta da Alan Poul esamina la diretta televisiva del 16 Marzo 2012. Può sembrare una diretta come tutte le altre, ma ciò che la differenzia è quello che succede in redazione durante i break pubblicitari. Infatti l’attenzione della puntata è rivolta soprattutto ai legami tra “le coppie” della serie e il loro ruolo a lavoro.
    Le scene che coinvolgono Will (Jeff Daniels) e MacKenzie (Emily Mortimer) e parallelamente Maggie e Jim, sono di natura più sentimentale, anche se nel primo caso, abbiamo a che fare con un Will profondamente segnato dalla piega che la sua reputazione sta avendo e che ha intaccato la sua sicurezza lavorativa, questo aggiunto ai problemi noti con il padre lo rendono più esposto. Mac conoscendolo da molti anni, cerca di tenerlo fuori da situazioni che lo possono mandare in confusione. Difatti, la vedremo entrare in studio a confortarlo e a scacciare via Neal (Dev Patel) con l’ennesimo tweet o fermare il ragazzo che vuole fare coming out nella diretta oppure screditare una falsa notizia. Mac in questa puntata risalta sia nella sua figura dirigenziale sia nel profondo legame che nutre per Will. Egli sa il lavoro che sta facendo nelle retrovie della regia ma preferisce non dire nulla. Dall’altra parte Maggie (Alison Pill) è ancora scossa dagli eventi traumatici che ha vissuto in Africa e questo l’ha portata a bere, a non dormire e ad attaccare Jim (John Gallagher Jr) su qualsiasi argomento. Quel reportage doveva rappresentare il suo riscatto nella carriera e invece l’ha gettata in un vortice di instabilità; Jim cerca di mantenere il distacco del produttore ma nota i suoi modi irascibili in redazione e la sua scarsa attenzione nel lavoro commettendo così un errore di troppo.
    La storia che si distacca dall’interesse sentimentale per collegarsi all’immagine mediatica è quella che coinvolge Sloan (Olivia Munn) e Don (Thomas Sadoski) la prima è coinvolta da alcuni scatti scabrosi che sono stati pubblicati su facebook e che minimizzano la credibilità della giornalista, mostrando primi piani di profondo sconforto e vergogna a cui non siamo abituati a vederla. Percorso inverso accade a Don, egli si rivela essere l’unica fonte di una notizia falsa riguardo al politico Simon Weingarden, la notizia sta diventando virale sul web e se non bloccata immediatamente screditerà del tutto il politico. Nelle scene di mortificazione e pentimento nella sala buia i due hanno modo di avvicinarsi e di conoscersi reciprocamente facendo luce su due personaggi così autoritari.

    the-newsroom-2x05-2

    La nota di merito dell’episodio News Night with Will McAvoy è il ritmo che ha dato l’immediata sensazione di vivere lo show in “tempo reale” ciò in cui pecca e ribadire i punti di forza dello show; i fatti reali, le dinamiche della redazione e i coinvolgimenti sentimentali dei personaggi; poiché consentono di vedere tante cose senza portare avanti un ragionamento. Il caso Genoa si arricchisce di personaggi informati dei fatti senza mai raggiungere quella svolta necessaria dare suspense  alla puntata.