The Sandhamn MurdersThe Sandhamn Murders (tit. orig. Morden I Sandhamn) è una mini-serie televisiva svedese composta da tre parti di 45 minuti ciascuna e trasmessa sul canale TV4. La prima e la seconda stagione, andate in onda nel dicembre 2010 e nel dicembre 2012, sono state seguite il 25 settembre scorso da una terza stagione, di cui è stato trasmesso finora solo uno dei tre episodi. Lo show, appartenente al genere thriller-drammatico, è basato sui romanzi dell’avvocato e scrittrice svedese Viveca Sten e ambientato a Sandhamn, un’isola dell’arcipelago di Stoccolma.

La prima stagione è stata scritta da Thomas Borgström e Sara Heldt e diretta da Marcus Olsson, mentre il compito di realizzare le successive due stagione è passato agli sceneggiatori Camilla Ahlgren e Hans Rosenfeldt, noti per essere gli autori di Bron/Broen, la serie tv dano-svedese che ha ispirato il remake anglo-francese The Tunnel e quello americano-messicano The Bridge. Anche la regia è cambiata, passando da due a quattro mani con l’arrivo dei novelli Niklas Ohlson e Mattias Olsson.

Prodotta dalla Filmlance International AB, la serie racconta le vicende dell’ispettore Thomas Andreasson (Jakob Cedergren), tornato sull’isola natale Sandhamn per seguire un caso di omicidio, che lo riavvicinerà a una sua vecchia compagna di scuola, Nora (Alexandra Rapaport). Cedergren e Rapaport sono entrambi volti noti della televisione svedese; l’attrice, inoltre, è stata recentemente vista al fianco dell’internazionale Mads Mikkelsen (Hannibal) ne Il Sospetto, film vincitore di tre premi al Festival di Cannes 2012. A completare il cast troviamo Jonas Malmsjö / Henrik, Sofia Pekkari / Carina, Harriet Andersson / Signe (Dogville), Anki Lidén / Margit, Lars Amble / Harald, Louise Edlind / Monica (Le 24 ore di Les Mans), Lion Mon H. Wallén / Simon e Ping Mon H. Wallén / Anna.

The Sandhamn Murders 3Nell’episodio presentato ieri al Roma Fiction Fest, The Sandhamn Murders – Parte 1, l’ispettore Thomas Andreasson cerca di scoprire la verità dietro il ritrovamento in mare di un corpo avvolto in una rete da pesca. Ad avvisare la polizia è stata Nora, ex-compagna di scuola di Thomas che si trova in vacanza sull’isola con il marito e i figli. L’incontro con il poliziotto sveglia la giovane donna dal torpore della sua noiosa vita coniugale e la spinge a interessarsi al caso. Nonostante la regia e il montaggio di alcune scene appaiano un po’ confuse, nel complesso questa prima parte può considerarsi un buon prodotto. La trama è sviluppata quanto basta per far interessare il pubblico senza svelare troppo; i personaggi mostrano una buona analisi psicologica e caratteriale, che gli attori comunicano in maniera chiara e convincente. La fotografia di Jonas Alarik esalta la bellezza dei paesaggi scandinavi, pur restando un mezzo discreto nelle mani del regista Marcus Olsson.

The Sandhamn Murders è un prodotto nazionale di buona qualità che può trovare pubblico anche al di fuori del territorio svedese o nordeuropeo, perché mescola bene l’universalità del genere drama-thriller con i caratteri specifici della regione in cui è ambienta la storia.