La produttrice esecutiva, che ha debuttato alla regia giovedì, parla con Hollywood Reporter della riorganizzazione della famiglia Salvatore, della precipitosa decisione di Caroline, del grande ritorno e tanto altro ancora.

Dal momento che The Vampire Diaries ha detto addio allo sceriffo Forbes (Marguerite Macintyre), molta dell’agitazione dei personaggi è precipitata giovedì.

L’episodio di un’ora, diretto dalla co-creatrice della serie Julie Plec, ha visto la rivelazione di una gravidanza e un fidanzamento per Jo (Jodi Lyn O’Keefe) e Alaric (Matt Davis), oltre a Jo che ha ceduto la sua magia a Kai (Christopher Wood). Stefan (Paul Wesley) e Caroline (Candice Accola), nel frattempo, cercavano maldestramente di riuscire a capire lo stato della loro relazione. Bonnie (Kat Graham) è stata trasportata in un altro mondo prigione – nel 1903 – dove ha incontrato una donna misteriosa (Annie Wersching). Damon (Ian Somerhalder) ha riflettuto sulla sua incapacità di dare il giusto addio a sua madre quando era ragazzino, e ha trovato il modo giusto per elogiare lo sceriffo Forbes nel presente. Elena (Nina Dobrev) si è resa conto che Caroline stava pianificando di spegnere la propria umanità per gestire il suo dolore. Bonnie alla fine è tornata nel presente, dove ha ritrovato Damon e gli ha mostrato un filmato della donna che aveva incontrato nel passato … lui è rimasto sconvolto nel realizzare che si trattava di sua madre, Lily.

Ora che abbiamo incontrato la madre di Damon e Stefan, cosa può anticiparci riguardo alla follia che questa porterà?

Penso che la parola chiave sia “follia”. C’è una donna che loro credevano morta da tempo, di morte del tutto naturale e umana. Ed eccola, 65 anni dopo averla creduta morta in un mondo prigione. Il che significa o che è stata trattata da vittima erroneamente, oppure che merita interamente la sua carcerazione. Dunque, queste sono domande che verranno poste e inizieranno ad essere espresse nel prossimo [episodio], quando sapremo di più su di lei.

Quanto ci metterà Damon a informare Stefan che la loro madre si trova nel mondo prigione, e come reagirà Stefan?

Damon deve chiedersi: cosa ho bisogno di sapere su questa persona, prima di dire al mio fratello minore, che la piange da quando aveva 10 anni, che lei potrebbe essere una persona molto, molto malvagia, intrappolata in brutti posti? Ha un po’ di conflitto all’inizio del prossimo episodio, cercando di capirlo.

Quanto vedremo del tempo che Lily trascorre in questo mondo prigione? Ci sarà un episodio più lungo in flashback o saranno piccoli pezzi sparsi nel tempo?

Penso vedremo alcuni flashback delle sue origini [nell’episodio 18], di come è finita lì. Quello che abbiamo visto non è l’ultima cosa che vedremo di questo mondo prigione.

Ipoteticamente, se Lily tornasse nel presente e si ricongiungesse coi suoi figli, come potrebbe essere?

Ipoteticamente, penso non sarà necessariamente ciò che ci si aspetta da una madre persa da tanto tempo e che loro hanno caramente amato.

Interessante! Parlando di madri perdute, Caroline ora ha spento la sua umanità a causa del suo dolore. Cosa l’aspetta?

Penso che i fan possano aspettarsi una Caroline sorprendentemente piacevole e sull’orlo della pazzia. Lei ci crede davvero quando dice: “La mia esperienza sarà diversa. Io non sarò un caso disperato come voi altri, mi saprò controllare”. Quindi si dispone molto chiaramente a far ciò. La domanda è: per quanto tempo riuscirà a resistere e chi può giocare un ruolo nell’aiutarla a districarsi.

Potenzialmente su questo tono, Stefan ha fatto un percorso in questo episodio, dal momento che ha provato a stabilire con esattezza i suoi sentimenti per Caroline – e stava andando a casa sua per condividere questi sentimenti, quando lei ha scelto di spegnere la sua umanità. Come reagirà Stefan alla situazione e quanto se ne sentirà responsabile?

Penso che Stefan si sentirà molto responsabile. Se la sua risposta le avrebbe fatto cambiare idea o no, non è dato sapere. Lei doveva affrontare il dolore nel modo che riteneva più opportuno. Certamente, Stefan porterà con sé il peso di aver tergiversato riguardo ai suoi sentimenti, dopo quel meraviglioso bacio nel portico – perché suo fratello maggiore gli aveva dato un consiglio sbagliato. E sarà determinato a fare tutto ciò che può per riportare Caroline sul giusto binario.

C’è una scena in cui Stefan, dopo il funerale dello sceriffo Forbes, ammette, parlando con Damon, che la sua relazione con Caroline potrebbe essere qualcosa di meglio degli altri amori che ha avuto in passato. Lei e gli autori, come pensate che andrà questa relazione a questo punto? Sarà diversa rispetto a quelle che la serie ha conosciuto?

Penso sia come la differenza che c’è tra l’amore giovanile a prima vista – potente, appassionato, che quando lo si incontra l’universo entra in collisione, quello con cui tutti siamo cresciuti, leggendolo nei libri e vedendolo nelle serie sui vampiri – e l’amore nella vita reale, disordinato, che si sviluppa nel tempo e radicato nell’amicizia. È un modo molto più adulto di guardare a una relazione, un tipo di relazione che non esploriamo spesso in questo genere di serie e questa è una delle cose divertenti per noi: arrivare a vedere come questi personaggi crescano: potranno stabilire relazioni autentiche, intime tra loro?

È sensato. Dal punto di vista umano, Alaric e Jo sono fidanzati e aspettano un bambino. Cosa si sta preparando per loro?

Potrei pensare che ciò significhi che ci sarà un matrimonio sul nostro cammino, il che mi rende, certo, molto felice. Io amo i matrimoni – amo i matrimoni in TV. Amo Alaric e Jo insieme. Voglio vederli alle prese con la loro concezione dell’impegno, con tutte queste nuove responsabilità, e vedere anche come gestiranno la loro relazione.

Kai come gestirà la sua nuova magia?

Kai ha sempre bisogno di qualcosa, vuole sempre qualcosa. Sta molto bene con sé stesso in questo momento, ma ha il peso persistente dell’empatia che si sta facendo strada nella sua testa cattiva. E Bonnie in definitiva si troverà in veste di ricevente alla fine del percorso di Kai, attraverso il quale questi cerca di rimediare alle sue cattive azioni. Naturalmente, lei non vuole avere niente a che fare con ciò, ma lui è molto insistente quando si mette in testa qualcosa.

Questo è stato un episodio molto ricco, con il ritorno di Bonnie e Lily, immediatamente successivo alla perdita di due personaggi importanti la scorsa settimana. Come si modificherà la dinamica con tutti questi cambiamenti?

Il ritorno di Bonnie, Caroline che spegne la sua umanità, la rivelazione riguardo la madre (di Damon e Stefan), ci lanciano davvero verso il prossimo capitolo della stagione, quello finale, che ci porterà verso direzioni molto chiare. Non le dirò cosa succederà! [Ma]: una madre con un segreto; un’eroina senza umanità; un uomo con un ruolo guida che si sente in colpa perché sente di aver avuto una responsabilità nel rovinare la ragazza che ha capito di avere a cuore; il ritorno di una miglior amica che si pensava persa per sempre; una coppia che si sta per sposare. Ci sono così tante cose che stanno per essere svelate. Siamo immersi nella storia. Abbiamo molto materiale concentrato in questo percorso, prima di arrivare a Maggio.

Ora che Bonnie è tornata, Jeremy (Steven R. McQueen) le farà una visita per controllarla? O ci sarà solo una telefonata fuori scena?

(Ride.) Non vedremo Steven. Lo abbiamo mandato via solo per farlo tornare nel prossimo episodio. Non lo vedremo, ma ci riferiremo a Bonnie e Jeremy come a una faccenda non conclusa nel corso dei rimanenti episodi. A un certo punto dovranno ritrovarsi faccia a faccia. La domanda sarà: in quali circostanze. Forse in un simpatico e romantico matrimonio, chissà?

E lei in effetti ha detto che Jeremy aveva un invito aperto per un matrimonio. Guardando avanti, Bonnie è stata così tormentata nel mondo prigione, dunque ora che ha regolarmente intorno altre persone, come si comporterà?

Bonnie: si parla dell’essere liberati da un isolamento, riportati nel mondo che ha continuato a darsi da fare e muoversi intorno a te e senza di te, in tua assenza. Sarà proprio l’esperienza giusta per lei. Bonnie è una lottatrice. Le piace pensare che può gestire queste cose. C’è del trauma residuo dovuto a quell’esperienza, che deve ancora manifestarsi a lei, in modi più umani. Certamente uno di questi è Kai: lui è una persona con cui Bonnie all’improvviso deve avere a che fare quotidianamente. Questa è la cosa più ingiusta per Bonnie: dover guardare di nuovo in faccia questo ragazzo dopo quello che le ha fatto, dopo che l’ha terrorizzata. Quindi, lei ha anche dei conti in sospeso con lui.

C’è stato l’indizio che Matt e Tyler potrebbero entrare in polizia. Come accadrà?

Una delle cose che ho amato di questo episodio stasera è che è servito da trampolino di lancio per molti cambiamenti dei personaggi: persone che cercano di trovare la loro strada e capire cosa è importante per loro. Per Matt Donovan il punto di svolta è stato guardarsi intorno e vedere tutti questi poliziotti pagare un tributo, e realizzare: “Ho bisogno di un’occupazione”, per poi essere così toccato da questo mestiere, da decidere di imbarcarsi in quest’impresa. Sono così emozionata per lui e per il fatto che percorra questa strada.

Cos’altro sta per succedere che ci può anticipare?

Oh mio Dio! Ci sono così tante cose che stanno per accadere, è folle! Abbiamo molte sorprese. Alcune anticipazioni sono che Stefan alle prese con una Caroline senza umanità, non si comporterà nel modo in cui si pensa che dovrebbe fare. Riusciamo finalmente a dare un’occhiata al passato di Enzo (Michael Malarkey), di cui non abbiamo mai sentito nulla, ed ha anche dei legami sorprendenti col nostro mondo attuale. Naturalmente, teniamo sempre le nostre sorprese più grandi e le rese dei conti per la fine della stagione. (Ride.) Ci sarà molto di cui parlare prima che l’anno finisca.

C’è qualcosa in arrivo per Damon ed Elena? O staranno separati per un po’, mentre lui si occupa di sua madre e lei di Caroline?

C’è una straordinaria traccia narrativa in vista per Damon e Elena, che riguarda interamente la loro relazione, come funzionerà e come vogliono farla funzionare. La cosa bella è che hanno trovato il modo di tornare l’uno dall’altra e questo è positivo, noi vogliamo che tornino insieme. Ma ci sono degli ostacoli. Una madre e alcune altre sorprese li mettono sicuramente alla prova in maniera divertente e molto dinamica. Il che, mentre li riporta insieme e li rende forti, fa sì che si facciano molte domande su come sarà il loro futuro insieme e cosa vogliono da un futuro insieme. E questo è bene!

È giusto. Ora che ha completamente ultimato il lavoro di regia, è stato come pensava che fosse? Ha detto che una sua paura era di arrivare al montaggio e scoprire che mancava qualcosa – alla fine è successo?

(Ride.) No! È stato magnifico! L’esperienza nella sala montaggio è stata così spassosa, perché il montatore ha fatto un bellissimo lavoro nel mettere tutto insieme e creare un sorprendente episodio per la televisione. Poi mi ha chiamato e mi ha detto: “Comunque, dura 62 minuti.” Un episodio per la televisione dura 41 minuti. Quindi ho dovuto pensare a come tagliare 20 minuti. Ha finito per non essere “Oh, hai dimenticato qualcosa.” Ma: “Bene, hai tutto Julie! Hai proprio ogni singola battuta di ciò che era su ogni pagina di quello script. Quindi ora devi riuscire a capire quali non ti servono più.” (Ride.) Quindi, le scene tagliate saranno ottime per il DVD. Ho dovuto rinunciare ad alcune [scene], ma riguardando l’episodio, non c’è niente che mi manchi così tanto da far male. Solo ho dovuto molto negoziare, trovare un compromesso con me stessa tra ciò che era realmente necessario per il personaggio e ciò che mi piaceva ed era triste eliminare.

Soprattutto, c’è stata l’esperienza di lavoro con Darren Genet, il direttore della fotografia, che ha lavorato in modo eccellente, e Tony Griffin, l’aiuto regista, che lavora per la serie da così tanti anni (è passato da secondo aiuto a primo e un giorno anche lui dirigerà) e il nostro montatore Glenn [Garland], che sentiva quanto fosse importante che tutto andasse bene. Ognuno era così attento ad assicurarsi di far bene per me ed io ero attenta ad assicurarmi di far bene per loro, che abbiamo vissuto una vera esperienza. La chiamo l’esperienza “da nave di prima classe lusso”. Gli attori erano preparati e impegnati. Il produttore mi ha dato la giusta quantità di denaro e non ha discusso sulla programmazione. Tutti i membri chiave del cast e gli artisti con cui ho lavorato ogni giorno erano molto, molto determinati a rendere tutto perfetto. È stata una benedizione e ci sono state molte cose che la maggior parte dei registi che lavorano a uno show televisivo non hanno. Sono stata un po’ viziata. La prossima volta dovrò farlo, essendo un po’ meno coccolata e vedere se crollo. Ho amato ogni secondo.

Se guarda all’episodio, c’è una scena in particolare che spicca nella sua mente come qualcosa di memorabile da girare?

Il funerale. (Ride.) Ero così entusiasta di girarla, perché amo le scene di funerali, ti danno sempre l’opportunità per tante inquadrature bellissime. Avevo costruito la sequenza in modo così specifico, escogitato tutto e fatto liste di tutto ciò che ci serviva, spiegando a tutte le comparse e al cast come l’avremmo girata. Era così specifica e noi eravamo pronti. Il giorno prima avevamo girato la scena di Caroline ed Elena, quella lunga scena di cinque minuti alla fine. L’intera scena era stata girata con una steadicam ed è stata così faticosa ed emozionante, abbiamo girato così tanto che l’operatore steadicam – in sostanza l’ho distrutto. (Ride.). E’ stato completamente messo fuori gioco dall’influenza. Quindi, nel nostro giorno più importante, quando avevamo bisogno del nostro primo operatore di macchina – anche lui è un tale artista – abbiamo dovuto farne a meno. È stato molto divertente, perché c’erano molte persone che si muovevano intorno, in posizioni in cui normalmente non erano, persone che di solito non erano operatori, che invece giravano. Il direttore della fotografia con un walkie parlava con l’operatore di macchina che era sulle travi dicendo: “Sposta la telecamera a sinistra!”. È stata un’avventura molto divertente di micro gestione del processo in un modo che penso abbia fatto divertire tutti, perché è stata un’avventura, ma certamente lo avremmo fatto in meno tempo se io non avessi ucciso il nostro operatore.

Sei stato sconvolto dagli eventi di “Let Her Go”? The Vampire Diaries torna con i nuovi episodi giovedì 12 marzo alle 20.00 su CW.