The Walking Dead 6: di uomini e lupi

-

Domenica 11 ottobre la AMC trasmetterà la premiere di stagione di The Walking Dead 6, un appuntamento temuto e atteso da tutto il mondo che non vede l’ora di conoscere il futuro di Rick Grimes (Andrew Lincoln) e compagnia, pur avendo paura per tutti i personaggi, nessuno escluso.

- Pubblicità -
 

The Walking Dead 6 1Dopo un finale di stagione emotivamente disturbante, gli schemi del branco tornano a muoversi e a stabilizzarsi intorno alla comunità di Alexandria. Come abbiamo visto in The Walking Dead 5, i nostri hanno sovvertito l’ordine apparente della piccola comunità mostrandosi irrimediabilmente per quello che sono, ovvero i più adatti a sopravvivere. E mentre Rick è sicuramente il più esposto e quello che in questa attesa stagione dovrà dimostrare di avere ragione soprattutto in base alle sue violente azioni, sarà Morgan la vera curiosità, l’uomo da scoprire. Il primo amico di Rick nel mondo post apocalittico, il suo salvatore e quasi mentore lo ha visto compiere un omicidio, in circostanze particolari, certo, ma comunque ha visto un uomo diverso da quello che lui stesso aveva accolto. Adesso la dinamica interessante sarà quella trai due leader ma soprattutto quella del gruppo che, per la prima volta dall’inizio della terza stagione, si ritrova in un luogo sedentario, circoscritto, un posto che si può chiamare casa ma che allo stesso tempo potrebbe far correre loro il rischio di “civilizzarsi” nuovamente, perdendo quell’incredibile vantaggio acquisito con l’allenamento alla sopravvivenza.

Oltre alla novità di luogo, la sesta stagione ci riserverà anche nuovi volti e nuove dinamiche. Senza dubbio attesissimo è il personaggio di Jesus, che sarà interpretato da Tom Payne. Il ruolo, molto apprezzato nella graphic novel, potrebbe portare novità e scuramente scompiglio nella storia.

Secondo Danai Gurira, Michonne nella serie, questa stagione sarà “intensa e spettacolare allo stesso tempo. Ci sarà un’ulteriore indagine all’interno della mente umana, più psiche e più azione[…], sarà una stagione rivoluzionaria. È emozionante leggere il copione e pensare cosa andrai a recitare a breve. È tutto così incredibile”. Soprattutto sarà introdotto questo nuovo branco di “cattivi”, i Wolves, i lupi, che si contrapporranno al branco umano di Rick. Caratterizzati da una particolare tendenza alla crudeltà, probabilmente superiore a quella del gruppo di Gareth che abbiamo visto sgominato all’inizio della quinta stagione, questi personaggi incntrati brevemente da Daryl e Aaron e da Morgan saranno senza dubbio l’avversario umano che si contrapporrà con estrema violenza ai “buoni”, oltre ovviamente all’attesa e auspicata quantità di zombie.

The Walking Dead 6 2Sappiamo che la serie e i fumetti non sono necessariamente coincidenti, tuttavia, di tanto in tanto, la serie di Robert Kirkman si ricongiunge alla pagina scritta. Se così dovesse accadere, durante questa stagione assisteremo a un evento particolarmente cruento ai danni di uno dei primi protagonisti dello show, oltre che a una serie sostanziosa di flashback che, come ha infatti anticipato la Gurira, serviranno senza dubbio a scavare nella mente dei personaggi che pensiamo di conoscere.

Tra scene ad altissima tensione, sparatorie abbondanti (non per forza ai danni di zombie) e, ci auguriamo, colpi di scena, The Walking Dead 6 ci condurrà ancora una volta in luoghi della mente inesplorati e in dinamiche antiche quanto il mondo che riescono con incalzante efficacia a porci insistentemente la stessa domanda: chi è il vero mostro?

- Pubblicità -
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -