The Tomorrow People 1×04 recensione dell’episodio con Robbie Amell

492

the-tomorrow-people-logo

Dopo l’episodio della settimana scorsa che ci ha svelato qualcosa in più sul passato di Cara (Payton List), questa è la volta di John (Luke Mitchell). Mentre Stephen (Robbie Amell) si divide tra gli Ultra e i Tomorrow People, addestrato da entrambi con modi e obiettivi completamente opposti, c’è una nuova minaccia che incombe sulla città. Un pericoloso criminale sta appiccando incendi in tutto il paese causando innumerevoli vittime. I nostri ragazzi speciali riconoscono subito l’autore come Killian McCrane (Jason Dohring), un ex agente degli Ultra in possesso delle stesse doti di John e gli altri. C’è solo una cosa che lo distingue: lui può uccidere.

Kill or Be Killed

Per affrontare questa nuova minaccia Stephen chiede immediatamente aiuto ai suoi amici ma John, come al solito, non si fida; sa che anche gli Ultra stanno dando la caccia a McCrane e non vuole correre rischi. A questo punto Stephen cerca di gestire le cose a modo suo. Questa missione però si rivela più difficile del previsto, McCrane è un osso duro e dopo aver sfidato apertamente gli Ultra chiarisce qual’è il suo vero obiettivo, il leader dei Tomorrow People. John e Killian si conoscevano fin da bambini, hanno subito lo stesso addestramento sotto la guida dello stesso Jedekiah (Mark Pellegrino). Venivano entrambi da una situazione familiare disastrosa, densa di abusi e maltrattamenti. Jed aveva scoperto le loro doti e li aveva salvati dalle rispettive famiglie per addestrarli. Fino ad allora John aveva usato i suoi poteri solo per sopravvivere, ma questo per Jed significava solo una cosa, “uccidere o essere uccisi”.

The-Tomorrow-People-1x04

In questo episodio vediamo il profondo conflitto che attanaglia John, il perché sia sempre così restio quando si tratta degli Ultra o quando Stephen gli chiede di rischiare per aiutare qualcuno. Entra in gioco la fiducia, la famiglia, la lealtà e l’amicizia. John ha ancora speranza per il suo amico d’infanzia e vuole dagli una seconda possibilità; perché lui agisce d’istinto, guidato dalle sue emozioni, senza nessuno degli schemi che Jed impone ai suoi soldati. Purtroppo però, quando sei troppo legato a qualcuno non vedi chiaramente cosa è capace di fare e spesso le cose non vanno come speravi. John si rende conto che l’unico modo per fermare McCrane è allearsi col nemico e decide di accettare l’offerta di Jedekiah. Anche se ha cercato di ucciderlo e sta facendo lo stesso con tutti quelli della sua specie, è la cosa più vicina ad un padre che John abbia mai avuto, la sua unica famiglia. Lui però, è anche lo stesso uomo che gli ha insegnato la cruda legge della natura, uccidere o essere uccisi, l’unico modo per sopravvivere. Dopo tutti questi anni il ragazzo ha imparato la lezione a sue spese, agisce con i suoi modi e le sue regole; sa fin dove spingersi per salvare la vita delle persone che ama ma … se ci fosse solo un modo per farlo?