Home SerieTv Recensioni True Blood 5x07: recensione dell'episodio

True Blood 5×07: recensione dell’episodio

-

Siamo al giro di boa di questa quinta stagione. Sookie e le sue “uscite” impertinenti ed equivoche riescono ancora a divertire sebbene con qualche esitazione rispetto alle passate stagioni.

- Pubblicità -

Il mondo fatato le apre le porte mettendola in guardia da vampiri & co, e lei – si spera sotto shock per la tragica scoperta o preoccupata per l’indebolimento dei suoi poteri – tratta i suoi simili con impudenza e superficialità. E così, come una forsennata, intenzionata a liberarsene, prende a lanciare lampi di luce a gogò, nel giardino di casa!

La neo-vampira Tara recide i rapporti con una madre troppo bigotta per accettare la sua nuova natura vampiresca, e Lafayette viene preso in ostaggio dal delirante zio di Jesus, Don Bartolo.

Intanto gli aggressori di Sam e Luna – che si divertono a mietere vittime soprannaturali con addosso la maschera di Obama – escono allo scoperto e assoldano Hoyt, convincendolo a sposare i principi dei cosiddetti gruppi dell’odio retti da un profondo e indiscriminato razzismo verso creature non umane.

E nei cancelli dell’Autorità che aria tira dopo l’inaspettata morte di Roman? Di sicuro quella di un imminente riassetto e redistribuzione degli equilibri. Ora è la suadente e gelida Salomè a mandare avanti la baracca insieme a Russel. A quanto pare è stata lei a dissotterrarlo e a tramare alle spalle di Roman. Quindi, palesando le sue legittime giustificazioni, invita Eric e Bill ad unirsi a loro e a presenziare alla Cerimonia di iniziazione che di li a poco assumerà contorni grotteschi.

In uno stato di trance estatica, infatti, tutti i cancellieri dell’Autorità, compresi Nora, Bill, Eric, Russell e Steve assediano le strade della città spargendo sangue e seminando terrore. Galvanizzati dal sangue di Lilith, sorseggiato durante la Cerimonia, irrompono in un locale dove è in corso una privata festa di matrimonio e iniziano a dissanguarli e a spremerli come limoni!

Una carneficina splatter durante la quale, all’improvviso, si materializza il sanguinolento corpo di Lilith uscito da una pozzanghera di sangue, per vegliare sul loro operato e incitarli a continuare.

Nello stesso momento Eric ha una visione. E’ il fantasma dell’etereo Godric venuto in suo soccorso. Riuscirà a frenare l’impeto perverso del suo ex figlioccio? Lo scopriremo solo nel prossimo episodio.

L’ormai affiatata coppia Eric-Bill non sbaglia un colpo, Sookie sembra essere solo un ricordo lontano – anche se un ritorno di fiamma non è escluso -, Tara è intenta a ritrovare in Pam l’affetto che di recente le è venuto a mancare, e Sam, l’ultimo dei cavalieri senza macchia dall’armatura scintillante, è ormai troppo assorbito dalla sua nuova vita da paladino di Bon Temps, per ricordarsi del vecchio Merlotte!

Intanto il povero Terry, la cui storia non sembra interessare a nessuno – se non ad Arlene – non riesce a catturare l’attenzione neanche tentando il suicidio. Non gli resta che tornare dalla moglie; fingeremo che la sua sia stata solo una sbandata!

Alla prossima puntata!

- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -