True Blood 6×09 – recensione

true-blood-sesta-stagione

 

Ci separa un solo episodio dal finale di stagione e, True Blood, non smette di regalare emozioni. Life Matters infatti risulta essere il più toccante e sfaccettato appuntamento di questa stagione confermando quindi l’ottima fattura della serie tv. Un funerale è il leitmotiv di tutto l’episodio, mentre i vampiri di Bon Temps sono ad una svolta epocale. Alternato da momenti strazianti ed azione allo stato puro, Life Matters, ci prepara psicologicamente alla prossima settimana e forse mai come quest’anno, non siamo ancora pronti a salutare il piccolo centro della Louisiana.

Tutta BonTemps quindi si riunisce per dare l’ultimo saluto al buon Terry (Todd Lowe), vittima di un passato che non voleva dimenticare. Attorno alla sua salma, tutti o quasi i personaggi della serie, rendono omaggio all’ex militare dal cuore d’oro. Grazie ad alcuni flashback, conosciamo particolari della sua vita che fino ad ora, ignoravamo del tutto. Vediamo un Terry romantico quando incrocia lo sguardo di Arlene (Carrie Preston); un Terry simpatico ed imprevedibile quando si imbatte in Lafayette (Nelsan Ellis); un Terry umile e speranzoso quando entra per la prima volta al Merlot’s. Intanto però nella prigioni dei vampiri è guerra. Eric (Alexander Skarsgård) con il sangue di Warlow (Robert Kazinsky), riesce a liberare tutti i prigionieri e coadiuvato da Bill (Stephen Moyer), salva Pam (Kristin Bauer van Straten) e tutta la sua allegra combriccola, da una morte certa. Jason (Ryan Kwanten) non riesce ad uccidere Sarah (Anna Camp), e mentre tutti i contenitori di True Blood vengono distrutti, Pam saluta per l’ultima volta Eric che vola via lasciando tutti quanti con il cuore spezzato.

true-blood-6x09

Life Matters quindi non delude le aspettative rivelandosi un episodio che mostra due lati della medaglia. Se da una parte il funerale di Terry fa conosce il lato tenere ed amorevole di True Blood, dall’altro si spinge il piede sull’acceleratore degli eventi. La fuga dalla prigione e la rivolta dei vampiri, è il punto focale di un lungo percorso narrativo che arriva a conclusione forse un po’ troppo presto, ma risulta comunque un’ottima trovata per smorzare i toni dell’episodio. Il triste addio di Terry e la rivolta dei vampiri, mette però in stand-by la decisione di Sookie (Anna Paquin). La ragazza accetterà di dividere l’eternità con Warlow? A quando pare sarà questo il nodo da sciogliere nel finale di stagione, ma soprattutto c’è da domandarsi:” Perché far uscire di scena Eric? C’è un reale motivo?”

Consapevoli quindi che Life Matters ha convinto quasi tutti, aspettiamo il finale di stagione per tirare le somme di questa folle stagione di True Blood.

RASSEGNA PANORAMICA

Carlo Lanna
Nato e cresciuto in un piccolo centro vicino Napoli, Carlo fin da ragazzino, è rimasto sedotto dal mondo del cinema e dalle serie tv.  Lettore accanito di saghe fantasy (la sua preferita è Il Ciclo di Shannara), conosce a memoria le battute del film Marnie del grande Alfred Hitchcock; divoratore onnivoro di serie tv, è cresciuto tra la generazione di Beverly Hills e quella di Dawson's Creek anche se la sua serie tv preferita rimane Buffy. Adora tutto ciò che il regista JJ Abrams partorisce dalla sua mente, e vorrebbe essere il confidente di Steven Spielberg. Con una camera piena di gadget e DVD, Carlo si sente americano per adozione e coltiva il sogno di lavorare in una redazione giornalistica, ma soprattutto di  andar via dal piccolo centro dove vive per poter rincorrere il suo ormai più che ventennale sogno nel cassetto.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -