The Walking Dead 2x09

Donna al volante pericolo costante. Come si può fare incidente per una svista da principiante? Quella che si era dimostrata una donna forte in realtà non ha possibilità di sopravvivenza senza Rick? Per fortuna in The Walking Dead 2×09 essendo moglie di un poliziotto, qualcosa ha imparato a farla, come centrare la testa di uno zombie che sta per divorarla dopo essersi districata tra le lamiere dell’auto. È ormai notte quando Rick, Glenn e Herschel si convincono di ritornare alla fattoria, ma sopraggiunge un gruppo di uomini che sta cercando i compagni uccisi da Rick nella scorsa puntata.

La frase del poliziotto “Posto sbagliato, momento sbagliato” non convince gli sconosciuti e si scatena una sparatoria stile Far West (con tanto di bar che ricorda quelle atmosfere). Glenn dovrà farsi coraggio e convicersi a uccidere anche essere umani, oltre ai soliti zombie. La sua innocenza di ragazzo è così macchiata, ma lui non fa altro che rimproverarsi per il suo egoistico attaccamento alla vita. Egli si pone in una zona di passaggio tra la gioventù e il duro mondo degli adulti, ma vorrebbe tenere i piedi in una scarpa ancora troppo grande per lui. Persino un sentimento come l’amore per Maggie verrà avvertito come una spinta, quasi crudele, alla sopravvivenza. Dobbiamo ammettere che il ragazzo ha fegato.

The Walking Dead 2×09, l’episodio

Un altro altruismo, quello di Rick, non ha freni di fronte al povero ragazzo che rimane imprigionato con la gamba in un’inferriata e viene abbandonato dal suo compagno. Rick non vuole arrendersi alla legge “chi fa da sé, fa per tre”, così decide di salvarlo mentre un’orda di zombie si lecca i baffi attorno a loro. La scomparsa di Lori alla fattoria viene intuita solo a sera inoltrata e sarà Shane a riportala sana e salva, ma mentendole sul fatto che Rick e gli altri sono tornati. In fondo Shane spera che il marito della donna non torni, per recuperare la dimensione in cui lui, Lori e Carl erano insieme contro il mondo. L’uomo non vuole rassegnarsi ed è ossessionato dall’idea che il bambino sia suo e che Lori non abbia smesso di amarlo.

La donna lo respingerà ma non la vedremo più come una vittima, bensì come la donna tentatrice che farà accarezzare a Rick l’idea di togliere di mezzo Shane. Non sappiamo da dove provenga questa sua ferocia fin’ora nascosta. Può darsi che sia solo paura, dopo che Dale gli ha insidiato il seme del dubbio riguardo la morte di Otis. Nelle ultime puntate di The walking Dead 2 si avverte la mancanza di un personaggio a cui ci stavamo affezionando: Daryl. Dopo aver dialogato con la sua coscienza che aveva il volto di Merle, si è rinchiuso nel suo isolamento, con la collezione di orecchie di zombie, passando il tempo divorato dai sensi di colpa. Anche un duro come lui non ne è immune. La sua rabbia si scaglierà persino contro Carol che cercherà di riportarlo nel gruppo, perché sostiene che si “è guadagnato un posto”.

Tutti sono di nuovo in salvo nella fattoria e c’è anche una new entry: Randall, il povero ragazzo con la gamba spappolata. Un bel problema considerato il rischio di scatenare una guerra non con i “cervelli molli”, ma con i sopravvissuti. E gli unici a rendersene conto sono Shane e Andrea? Vedremo se sarà così.