White Collar 5×01 – Recensione

489

White-Collar_Event-banner

Peter (Tim DeKay) affronta le conseguenze del carcere per l’assassinio del senatore Pratt, Neal (Matt Bomer) sentendosi responsabile cerca di farlo uscire di prigione “legalmente” ma per riuscirci dovrà chiedere aiuto all’Olandese (Mark Sheppard) e alle sue doti di truffatore.

White-collar-5x01-2

La season premiere di White Collar comincia con il punto di vista di Peter, mostrando tutta la sua difficoltà di vivere il carcere ed essere stato condannato per un ingiustizia. Il primo incontro tra lui e Neal non tarda a mostrarsi, in una manciata di secondi vengono messe in chiaro le responsabilità e le colpe dell’intera situazione introducendo così una nuova atmosfera e un cambio di rotta nella serie di Jeff Eastin. Infatti, le visite in carcere e le considerazioni di Peter sul tempo passato non vedendo le persone a lui care, quali i suoi colleghi di lavoro e sua moglie Elisabeth (Tiffani Thiessen), portano Peter in un’altra ottica. Non potendo negare l’affetto che nutre per il suo socio criminale, è consapevole che il vortice in cui lo ha trascinato Neal è stato un errore che non può permettersi di ripetere.
Seppur la puntata è sbrigativa nell’affrontare la situazione del carcere, facendo risultare poco convincente l’escamotage per tirare fuori Peter; essa è anche sceneggiata in maniera piuttosto prevedibile. Peter è guardingo nei confronti di Neal, crede che la sua uscita di prigione sia stata legittima ma è certo che quest’ultimo trami qualcosa che ruota intorno al furto delle monete gallesi e cerca di risalire al motivo di tutto ciò, nel mentre fa sostituire la cavigliera elettronica avendo il sospetto che l’abbia elusa con uno dei suoi trucchi. Neal invece, deve fare i conti con la sua coscienza portando così il suo dilemma interiore su una nuova strada, gli piace ancora sentirsi definito come un criminale? Se Peter fosse promosso, potrebbe continuare questo “lavoro”?
La tensione del studiarsi a vicenda era qualcosa di consolidato all’interno dello show, ma il comportamento dei due personaggi si muove in due direzioni opposte, se l’agente dell’FBI cerca di tornare “allo stato iniziale” il contraffattore si adopera a comprendere la sua vera indole.
La ricomparsa dell’Olandese (Mark Sheppard) sottolinea uno dei punti principali della serie, il ritorno di personaggi e di vendette in sospeso; egli risulta essere un buon pretesto per accantonare, momentaneamente, il passato di Neal e ritornare alla questione identitaria del criminale e del suo vigilante.

White-Collar-5x01

At What Price diretta da Stefan Schwartz e sceneggiata da Jeff Eastin e Joe Henderson sembra un titolo di duplice intento, che rispecchia fedelmente le intenzioni del creatore dello show per questa quinta stagione nonché introduce la storyline principale. La carriera di Peter e i dilemmi di Neal che inevitabilmente porterà i due a scontrarsi su un nuova scacchiera.