White-Collar_Event-banner

La sesta puntata di White Collar riporta il ritmo e la storia all’interno dello show con un caso di contraffazione su dei passaporti falsi. L’episodio coglie l’occasione per reintrodurre il rapporto di fiducia/sospetto tra Neal e Peter e le sfumature dei loro personaggi riuscendo ad allacciarsi anche alla storyline di questa quinta stagione.

White Collar - Season 5

La sceneggiatura di Matt Whitney e Mark Lafferty riesce a dosare in un perfetto mix tutte le componenti essenziali della serie rinvigorendola dopo una settimana in cui aveva calato i toni.
La storia del contrabbando di passaporti legata alla criminalità organizzata russa, è una cosa ben nota nel panorama televisivo, così come la storia della donna tenuta in “ostaggio” da un boss-fidanzato dispotico. Ma come ogni aspetto che riguarda lo show, sono i personaggi che rendono interessante la vicenda con le le loro sfumature. Difatti già dai primi minuti iniziali, con l’operazione sotto copertura di Neal (Matt Bomer), si riesce a cogliere la diversità della storia e di come essa si sostiene sulle capacità investigative di Peter (Tim DeKay) e la velocità di improvvisazione di Neal. Anche in questa puntata il duo ricopre un “ruolo” per risolvere il caso, che non manca delle consuete leggere tensioni, che rendono credibile la storia e danno profondità alla trama. Ciò in cui riesce in maniera impeccabile è riportare il personaggio di Rebecca (Bridget Regan) all’interno della vicenda senza sbilanciare la storia, così che ella possa aiutare Neal a risolvere il rompicapo del codice di Massoni e del motivo per cui Hagen (Mark Sheppard) ha chiesto a Neal di rubarlo. In questo scenario ovviamente c’è anche il punto di vista di Peter, che appena nota un certo interesse di Neal verso il contrabbando di passaporti è spronato dal suo usuale sospetto e far pedinare l’ex galeotto da Jones (Sharif Atkins) raccogliendo notevoli informazioni a riguardo. In questo intreccio narrativo viene dato spazio anche ai personaggi secondari, come Mozzie (Willie Garson) ed Elisabeth (Tiffani Thiessen), che ci danno la possibilità di vedere come la coppia gestisce il tempo libero al di fuori del “orario di lavoro”. Se il primo darà modo a Neal di dare adito alle sue performance criminali, la seconda si allaccia alla vita priva dell’agente dell’FBI.

White Collar - Season 5

Ice Braker è un ottima puntata in cui la regia di Eric Stoltz riesce a inquadrare tutti i punti salienti della puntata, riuscendo così a bilanciare i giusti toni che il genere poliziesco non sempre riesce a tenere. Seppur ci siano dei sviluppi abbastanza facili e prevedibili il tutto passa in secondo piano visto il gran cast di attori che interpreta la serie.