White Collar 6×01 recensione dell’episodio con Matt Bomer

    567

    White Collar logo

    La season premiere di White Collar centra il suo esordio riuscendo a risolvere in maniera esauriente il cliffhanger della scorsa stagione e contemporaneamente a gettare le basi per le prossime cinque puntate.

    White Collar 6x01-2Borrowed Time è caratterizzato dal solito ritmo frenetico con cui si contraddistingue la serie di Jeff Eastin. Nei minuti che precedono la scomparsa di Neal, Joe Henderson riesce a tracciare una doppia narrazione in cui vediamo i protagonisti interagire in parallelo e cercando di affrontare la situazione attraverso la loro doppia visione del mondo, dal punto di vista dell’autorità e della criminalità. Peter vuole sapere cosa è capitato a Neal, se è fuggito o se è stato rapito. Mentre Neal studia la situazione in cui si trova a causa di Boots (Toby Leonard Moore) lasciando una pista “di truciolato” a Peter. Seppur lo schema sia stato già visto precedentemente, in questa puntata diventa il trampolino di lancio per la parte action della serie che si mette in moto non appena avviene l’incontro tra Peter (Tim DeKay) e Neal (Matt Bomer) nel magazzino di Charlie il Grasso (Justin Morck) in cui, come sempre, la grande sintonia dei due protagonisti da il via ad un frizzante scambio di battute ed indizi che sono piacevoli e ben indirizzati per risolvere il caso; di conseguenza New York torna ed essere il palcoscenico ideale per l’ingegno e la creatività del ladro e per il controllo e la pianificazione dell’agente.
    La puntata prosegue nel vortice coinvolgendo il “villain” della stagione che oltre ad essere un mezzo di contrasto, può essere anche essere un semplice mezzo, o meglio quello strumento che consentirebbe a Jeff Eastin di concludere la serie con un meritato Happy Ending.

    White Collar 6x01Esaurita “l’introduzione” con la scoperta e la conoscenza del capo delle Pink Panthers, Alan Woodford (Gavin Lee) c’è ancora il tempo per entrare a fondo sui personaggi. Peter si riunisce con Elizabeth (Tiffani Thiessen) dopo un breve periodo di lontananza dovuto al nuovo lavoro a Washington e Neal rivede il suo amore, Rebecca (Bridget Regan), giusto il tanto che porta al colpo di scena finale, dove il nuovo Neal, ossia l’uomo e non il ladro, dimostra attraverso il suo glaciale sguardo la decisa convinzione di riprendersi la sua libertà, e non solo.

    White Collar 6x01-3La prima puntata di White Collar riesce a fare un’ampia panoramica sulla stagione che inevitabilmente si aggrappa a molti dei temi introdotti nella scorsa stagione ma conferendogli una lettura diversa, ossia evitando gli errori “dell’ultima volta” quando sembrava che tutto si poteva risolvere ed invece ha solo gettato dubbi sul futuro di Neal e varie preoccupazioni per Peter. Il tutto viene bilanciato grazie all’interpretazione degli attori, all’azione di un procedural “ben orchestrato” nonché con gli inevitabili colpi di scena, alcuni facilmente prevedibili, che comunque non rovinano l’atmosfera di cambiamento (e fine) che si respira nella sezione dell’FBI.