adie-au-language

 

Era dal 2010 con Film Socialisme che Jean-Luc Godard non girava un lungometraggio da portare a Cannes, quella volta non fu così fortunato ricevendo solo una nomination per Un Certain Regard, questa volta invece con Adieu Au Language, il regista francese ha ottenuto il premio della giuria con un film che rispecchia perfettamente tutte le caratteristiche del terzo periodo della sua filmografia, dove la sperimentazione la fa da padrona,il video amatoriale è usato come mezzo di critica per il cinema, vi è un uso consistente della musica classica e un’interesse maggiore verso le tematiche familiari.

Ecco la trama ufficiale del film:
Una donna sposata e un uomo si incontrano, si amano, litigano, volano pugni.
Un cane vaga tra città e campagna,le stagioni passano.
Inizia un secondo film…

adie-au-language-godard