Bard l'Arciere

Bard l’arciere è colui che uccide il Drago Smaug durante l’attacco a Esgaroth da parte del mostro. È un discendente del popolo di Dale e in particolare da Girion, ultimo re di Dale prima dell’avvento di Smaug stesso.

 

Eredità della sua nobile discendenza è una freccia nera che, si narra, non sbaglia mai il bersaglio; con quella freccia metterà a segno il colpo che abbatterà il drago per sempre.

Freccia nera! Ti ho conservata per ultima. Non mi hai mai tradito e io ti ho sempre recuperata. Ti ho avuto da mio padre ed egli ti ebbe dai suoi antenati. Se veramente provieni dalla fornace del vero Re sotto la Montagna, và ora dritta al bersaglio, e buona fortuna! 

Bard l’Arciere – Lo Hobbit

Bard l'ArciereÈ lui a guidare la difesa di Esgaroth (o Pontelagolungo) durante l’attacco di Smaug che voleva vendicarsi della città per aver dato rifugio ai Nani e a Bilbo. La sua discendenza e la sua coraggiosa uccisione del drago lo faranno eleggere re di Esgaroth, facendogli quindi pretendere una parte del tesoro sotto la Montagna. Qui troverà la resistenza di Thorin Scudodiquercia e dei suoi e solo l’arrivo tempestivo di Gandalf riuscirà a mettere pace trai due eserciti con l’annuncio dell’arrivo imminente di un temibile esercito di Orchi.

Inizia così la battaglia dei Cinque Eserciti che vede schierati gli Uomini di Pontelagolungo, i Nani dei Colli Ferrosi, gli Elfi del Bosco Atro e la Aquile con Beorn contro gli Orchi del nord. Alla fine della battaglia che vede la sconfitta degli Orchi, Bard l’arciere ricostruirà Dale e Esgaroth, diventandone il re. Nel primo disegno di Tolkien, Bard non doveva esistere poiché doveva essere Bilbo ad accoltellare nel sonno il drago, poi lo scrittore decise di ambientare la morte di Smaug a Esgaroth e così creò Bard l’Arciere.

Bard l'ArciereNella versione cinematografica de Lo Hobbit di Peter JacksonBard l’arciere sarà interpretato da Luke Evans, attore visto di recente ne I Tre Moschettieri di Paul W.S. Anderson e in Immortals di Tarsem Singh.

La corporatura e la presenza scenica dell’attore fanno pensare più ad un elfo che ad un uomo, ma sicuramente il reparto del trucco e la bravura dell’attore renderanno credibile l’interpretazione.