Maleficent

Box Office

Maleficent trionfa al box office italiano con una grande apertura, seguito da X-Men – Giorni di un futuro passato e dal buon debutto di Edge of Tomorrow.

Il fine settimana di fine maggio – inizio giugno registra una bella impennata agli incassi, soprattutto nelle prime posizioni. Anche se la festività del 2 giugno è ancora in corso, si possono tirare le somme definendo questo weekend piuttosto prolifico al box office italiano.

Maleficent conquista il botteghino con un esordio assolutamente stellare. Il film con Angelina Jolie apre in testa con la bellezza di 4,8 milioni di euro, un vero successo soprattutto se si considera il numero esponenziale di sale disponibili (oltre 700) e la media registrata, che sfiora i settemila euro. Maleficent fa dunque il botto, superando le aspettative e attirando fasce di pubblico decisamente eterogenee.

X-Men – Giorni di un futuro passato scende così in seconda posizione incassando 1,2 milioni al suo secondo fine settimana di programmazione. La pellicola sui mutanti giunge a quota 4,5 milioni e si appresta a diventare il film della saga con il maggiore incasso.

Terzo gradino del podio per Edge of Tomorrow – Senza domani, che debutta in un numero forse eccessivo di sale (quasi 600): il blockbuster con Tom Cruise incassa 1 milione di euro, per una media di circa 1700 euro per sala.

Godzilla scende al quarto posto con 354.000 euro, arrivando così a 4,7 milioni complessivi.

Le Meraviglie rimane stabile in quinta posizione. Il film di Alice Rohrwacher premiato a Cannes raccoglie altri 269.000 euro e giunge a un globale di 572.000 euro.

Un’altra new entry a entrare in classifica è il film d’animazione Goool!, che debutta con un incasso di 237.000 euro in 348 sale a disposizione.

Grace di Monaco precipita al settimo posto con altri 160.000 euro, per un totale di 1,7 milioni.

Apertura decisamente mediocre per la commedia Pane e burlesque, che incassa 152.000 euro in 191 sale, ottenendo una media inferiore agli 800 euro.

Segue Ghost Movie 2 – Questa volta è guerra, arrivato a 1,5 milioni con altri 138.000 euro.

Chiude la top10 la black comedy norvegese In ordine di sparizione, che debutta con un incasso di 70.000 euro in appena 38 copie, registrando una buona media che sfiora i duemila euro.