tom cruise

In molti lo ritengono un attore eccezionale, altri lo ritengono nella media, ma è innegabile che Tom Cruise sia stato (e sia tutt’oggi, dopotutto) uno dei re di Hollywood. È stato sotto i riflettori per un bel po’ di tempo, ma può darsi che ci siano cose che ancora non sapete su Tom Cruise.

 

Che siate fan dell’attore dai tempi di Top Gun, o che lo amiate per questioni puramente estetiche, ecco 10 curiosità su Tom Cruise:

Tom Cruise: altezza

1. L’altezza di Tom Cruise. Tom Cruise non è famoso per essere particolarmente alto: è alto 1.70m. È curioso, però, che nei film appaia spesso più alto della propria controparte femminile. Per Top Gun, ad esempio, ha dovuto indossare delle scarpe rialzate per le scene con Kelly McGillis in modo da apparire più alto di lei, alta 1.78 cm.

2. Tom Cruise: la famiglia e gli inizi. Tom Cruise Mapother IV è nato nel 1962 a Syracuse, New York. Figlio di genitori nomadi, ha origini tedesche, irlandesi e inglesi, e ha spendo la propria infanzia spostandosi in continuazione: all’età di 14 anni, aveva frequentato 15 scuole diverse tra Stati Uniti e Canada. Fu durante gli anni del liceo, quando si era stabilito in New Jersey con la madre e il nuovo compagno, che si interessò alla recitazione: decise di abbandonare il sogno di diventare prete, lasciò la scuola, e si trasferì a New York all’età di 18 anni per cominciare la propria carriera d’attore. In poco tempo, diventò una leggenda. Il suo debutto arrivò nel 1981, con una piccola parte in Amore senza fine.

Tom Cruise: film

tom cruise

3. I film con Tom Cruise. Nel giro di cinque anni, Tom Cruise è diventato la star dei film con più incassi degli anni Ottanta, tra cui Top Gun (1986), Il colore dei soldi (1986), Rain Man – L’Uomo della Pioggia (1988) e Nato il quattro luglio (1989). Negli anni Novanta, era uno degli attori più pagati del mondo: guadagnava all’incirca 15 milioni di dollari a film in produzioni come Intervista col vampiro (1994), Mission: Impossible (1996) e Jerry Maguire (1996) per il quale ricevette la nomination all’Oscar. Tre anni dopo, arrivarono due importanti collaborazioni per Tom Cruise: quella con Kubrick per Eyes Wide Shut e quella con Paul Thomas Anderson per magnolia. I primi anni Duemila sono altri anni di titoli famosissimi: Mission: Impossible II (2000), Vanilla Sky (2001), Minority Report (2002), L’ultimo samurai (2003), Collateral (2004), La guerra dei mondi (2005), Mission: Impossible III (2006). Il secondo decennio degli anni Duemila è stato forse meno intenso, ma Cruise è comparso comunque in circa un film all’anno, tra i quali Innocenti Bugie (2010), Mission: Impossible – Protocollo Fantasma (2011), Edge of Tomorrow – Senza domani (2014), Mission: Impossible – Rogue Nation (2015), La mummia (2017). Il 2018 e il 2019 saranno anni di grandi ritorni per Tom Cruise: prima con Mission: Impossible – Fallout, ma soprattutto con l’attesissimo sequel di Top Gun,Top Gun: Maverick.

4. Il suo viso è stato il prototipo per Aladdin. Inizialmente, l’idea dei disegnatori della Disney era quella di modellare il viso di Aladdin su base di quello di Michael J. Fox. I produttori, però, decisero che scegliere Tom Cruise come modello sarebbe stata un’idea migliore, perché ritenuto più attraente per le donne. E così, Aladdin fu ridisegnato con le sembianze di Cruise.

Tom Cruise: filmografia da produttore

5. Tom Cruise è anche produttore. Il primo film prodotto da Tom Cruise risale al 1996: si tratta proprio di Mission: Impossible. Fu, per la precisione, co-prodotto da Cruise/Wagner Producions, che Tom aveva fondato con l’ex agente Paula Wagner 1993. Negli anni, ha prodotto una ventina di film, tra i quali i sequel di Mission: ImpossibleThe Others, Vanila Sky, L’ultimo Samurai, Elizabethtown e Chiedi alla polvere.

6. Tom Cruise è anche regista. Più o meno: ha infatti diretto una parte di un episodio per una serie tv noir dal titolo Fallen Angels, nel lontano 1993.

Tom Cruise: Top Gun

tom cruise

7. Sembra che Tom Cruise abbia inventato le première internazionali in occasione di Top Gun. Nel 2014, Tom Cruise è stato ospite al Jimmy Kimmel Live, e gli è stato chiesto della prima volta che ha girato il mondo per promuovere un film. Cruise ha raccontato che i primi viaggi sono arrivati con l’uscita di Top Gun, che sono durati quattro mesi e che gli hanno permesso di passare intere settimane in ogni città visitata in Italia, Francia e Giappone. Inoltre, Cruise ha raccontato a Kimmel di essere stato proprio lui ad avere l’idea di fare delle première del film in altri Paesi.

8. Ha fatto crescere le vendite dei Ray-Ban del 2000%. Risky Business – Fuori i vecchi… i figli ballano è stato il ruolo che ha portato Tom Cruise alla fama. Ma non soltanto lui: gli occhiali da sole Ray-Ban, come quelli che indossava nel film,  videro un aumento delle vendite pari al 2000% in coincidenza con l’uscita del film.

Tom Cruise e Scientology

tom cruise

9. Scientology. È risaputo che Tom Cruise sia un seguace della Scientology da più di trent’anni, insieme ad altre star di Hollywood come John Travolta, Kristie Alley, Jenna Elfman, Isaac Hayes e Jason Lee. Ma non è sempre stato così: l’attore, infatti, ha ricevuto un’educazione cattolica e da piccolo sognava di fare il prete. Fu poi la prima moglie, Mimi Rogers, ad essere responsabile dell’introduzione di Tom Cruise a Scientology. Le voci sull’attore e l’organizzazione sono tante, e hanno a che fare con la separazione da Nicole Kidman, con l’allontanamento dalla figlia, con il fatto che alcuni fedeli avrebbero lavorato per lui per una paga minima o inesistente. Cosa sia vero e cose no non è particolarmente chiaro, ma nel corso degli anni l’ossessione di Tom Cruise per Scientology ha causato un calo nella sua popolarità.

10. Una festa in Giappone. Nonostante tutto, però, Tom Cruise è ancora incredibilmente famoso. Al punto da avere una festa dedicata in Giappone, dove il 10 Ottobre è il Tom Cruise Day.

Fonti: MeTV, IMDb, MentalFloss, IFC, Celebrity Fun Facts, PPCorn