Lo scorso 12 Settembre, a Los Angeles si sono festeggiati il 30°anniversario dei Predatori dell’Arca Perduta. Per l’occasione c’erano anche presenti Steven Spielberg ed Harrison Ford, a cui hanno preso parte ad un evento con il pubblico prima della proiezione. Durante la manifestazione i due si sono lasciati andare in un susseguirsi di aneddoti e curiosità che Badtaste.it ha riporta:

  • Spielberg aveva offerto il ruolo di Alan Grant di Jurassic Park a Ford, anche se questi ha un po’ glissato sulla questione con un laconico “Yeah!” quando il regista ha rivelato la cosa. Le risate del pubblico nate dalla velocità con cui l’attore ha “svicolato” la questione lasciano presuppore come Ford sia perfettamente consapevole dell’errore fatto. Come è noto, la parte è poi andata all’attore australiano Sam Neill.
  • Harrison Ford è stato scelto per Indiana Jones grazie all’Impero Colpisce Ancora. All’epoca per George Lucas, creatore e produttore della saga di Indy, Ford poteva essere “solo” Han Solo e non riusciva ad afferrare perché Spielberg lo volesse nella parte dell’archeologo. Il papà di E.T. fece notare al collega che stavano parlando di un attore e che, come tale, poteva calarsi in diversi personaggi.
  • I Predatori dell’Arca Perduta è stato un lavoro su commissione fatto per intascare un po’ di soldi. “Avevo bisogno di soldi, dato che prima dei Predatori avevo girato 1941 Allarme ad Hollywood ed era stato un fiasco. Nessuno voleva ingaggiarmi a parte il mio amico George!” rivela Spielberg.
  • Anche Spielberg pensa che Lucas sia un super-nerd. “Quando parliamo al telefono, devo liberare la mia mattina o il mio pomeriggio dagli altri impegni. Va sempre a finire che parliamo per molto, molto tempo. L’unica persona con la quale ho parlato così a lungo è stato Stanley Kubrick.”.
  • Neanche Spielberg pare apprezzare più di tanto Il Regno del Teschio di Cristallo. “C’è una persona nel pubblico che vuole vedere un nuovo Indiana Jones! E’ l’unica! Bene, è il solo ponte che non abbiamo bruciato col quarto film!”.
  • Entrambi sono davvero interessati ad un quinto Indiana Jones, anche se Harrison Ford specifica che lo vorrebbe più ancorato alla realtà rispetto al quarto: ”Si, forse un quinto film è possibile, ma non vorrei andare a finire su Marte!”

Sul  Los Angeles Times potete trovare un estratto della serata.