George Clooney è finito in manette a Washinton, durante una manifestazione di protesta di fronte all’ambasciata del Sudan.

Mercoledì scorso, Clooney aveva parlato di fronte al Congresso riguardo alle condizioni critiche del Paese africano e l’arresto si avvale di questo intervento come causa scatenante della violenta protesta.

A quanto pare l’attore voleva portare all’attenzione mediatica e del Presidente Obama la situazione del Sudan, e così da uomo deciso e intelligente qual è, è riuscito nel suo intento.