Michael K Williams si è fatto conoscere in serial come The Wire e Boardwalk Empire, collezionando nel frattempo un ampio numero di ruoli (per lo più ‘di contorno) sul grande schermo: tra i film cui ha partecipato si possono ricordare almeno The Road e Brooklyn Finest. Il suo nome è stato recentemente affiancato a Django Unchained, remake tarantiniano del successo mondiale di Corbucci; nel frattempo, Williams sarà protagonista del biopic dedicato ad Ol’ Dirty Bastard, leggendario rapper fondatore dei Wu-Tang Clan, trai gruppi fondamentali del genere. Il film, intitolato Dirty White Boy, seguirà le vicende dell’artista nell’ultima parte della sua vita quando, dopo aver passato tre anni in carcere, vedrà la sua carriera rilanciata grazie a Jarred Weisfield, un assistente di produzione dell’etichetta VH1 poco più che ventenne, che riuscirà a riportare in auge il rapper, nonostante i suoi problemi mentali e l’abuso di droga, che lo porteranno alla morte nel 2004, all’età di 35 anni. La sceneggiatura è stata scritta da Brent Hoff, che ha lavorato alla VH1, conoscendo entrambi i protagonisti della storia; la regia è stata affidata a Joaquin Baca-Asay, già direttore della fotografia in We own the night (I padroni della notte).

Fonte: Empire