Meg RyanUna che nel 1979 è stata la reginetta del liceo non poteva che diventare “la fidanzatina d’America”, anche se adesso, varcata la soglia dei 50, la fascia della ‘sweetheart’ sarà andata a qualche collega più giovane. Certo, Margareth Mary Emily Anne Hyra, alias Meg Ryan, ha fatto di tutto (forse anche troppo) per cancellare i segni del tempo: il bisturi, però, a volte non aiuta…

 

Ma guardiamo ai bei tempi che furono, quando Meg è appena agli esordi e, dopo una lunga gavetta, nell’89 fa il colpaccio  con la commedia romantica  Harry ti presento Sally, diventata cult con la celebre scena della tavola calda, che si fa davvero hot quando Meg/Sally simula un superorgasmo davanti a Billy Crystal/Harry. Il ruolo dell’innamorata le calza a pennello e la regista del film, Nora Ephron, la riconferma come protagonista in Insonnia d’amore (1993), successo planetario che regalerà alla Ryan il titolo (in realtà, non troppo lusinghiero) di fidanzatina federale. Per dimostrare di essere un’attrice a tutto tondo, Meg fa l’alcolizzata nel drammatico Amarsi, e la critica apprezza. Il richiamo della rom-com però è fortissimo, ed ecco che la ritroviamo in pellicole come French Kiss, Innamorati cronici, C’è posta per te, Kate & Leopold, Il bacio che aspettavo, sebbene accanto a questi titoli ne compaiano anche di più tosti/drammatici, quali Il coraggio della verità, City of Angels, Rapimento e riscatto, In the Cut, Against the Ropes. Purtroppo, però, il nuovo millennio non vede brillare Meg come in passato e le sue apparizioni diminuiscono sempre più, fino ad arrestarsi nel 2009, anno dell’ultimo lavoro dell’attrice (almeno per ora). E il Duemila vede anche la fine del suo matrimonio col collega Dennis Quaid,  naufragato nel 2001 dopo 10 anni, secondo i maligni per via di un flirt da set fra la Ryan e Russel Crowe.

Vai a sapere… Ma sappiamo per certo che oggi Meg festeggia il compleanno, e la torta è già pronta. HAPPY BIRTHDAY SWEETHEART!

 
Articolo precedenteHugh Jackman parla di Oscar, cinecomics e Bryan Singer
Articolo successivoTarzan 3D nuovo trailer del film con la voce di Kellan Lutz
Giovane, carina e disoccupata (sta a voi trovare l'intruso). E' la prova vivente che conoscere a memoria Dirty Dancing non esclude conoscere a memoria Kill Bill, tutti e due i Volumi. Tanto che sulla vendetta di Tarantino ci ha scritto la tesi (110 e lode). Alla laurea in Scienze della Comunicazione seguono due master in traduzione per il cinema. Lettrice appassionata e spettatrice incallita: toglietele tutto ma non il cinematografo. E le serie tv. Fra le esperienze lavorative, 6 anni da assistente alla regia in fiction e serie per la televisione (avete presente la Guzzantina in Boris?). Sul set ha imparato che seguire gli attori è come fare la babysitter. Ma se le capita fra le mani Ryan Gosling...