Sarà nelle sale romane a partire dal 22 maggio Ana Arabia, il film di Amos Gitai che all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ha vinto il Green Drop Award 2013.

LEGGI LA RECENSIONE DEL FILM

ana arabia Yuval ScharfDal 22 del mese per una settimana sarà in programmazione al Nuovo Cinema Aquila di Roma dove il 23 maggio Amos Gitai sarà presente alla proiezione delle 20,30 per salutare il pubblico romano. Dal 29 maggio il film uscirà su tutto il territorio nazionale.

Il film arriva nelle sale italiane poco dopo la grande retrospettiva su Gitai che la CinémathèqueFrançaise gli ha dedicato a Parigi (26 febbraio – 6 aprile). Ana Arabiasarà distribuito da Boudu distribuzione che ha deciso di scommettere sul film acquistandolo per il territorio nazionale.

Filmato in una unico piano sequenza di 81 minuti, Ana Arabia è un momento nella vita di una piccola comunità di reietti, ebrei e arabi, che vivono insieme in una enclave dimenticata al “confine” tra Jaffa e Bat Yam in Israele.

Un giorno, Yael, una giovane giornalista decide di visitare il luogo; in quelle baracche fatiscenti tra i frutteti carichi di limoni, circondate da gigantesche abitazioni popolari, scopre una serie di personaggi distanti dai cliché con i quali viene descritta la regione. Yael ha la sensazione di aver scoperto una miniera di umanità. Non pensa più al suo lavoro. Le facce e le parole di Youssef e Miriam, Sarah e Walid, e dei loro vicini e amici la introducono alla vita, ai sogni e alle speranze, agli amori ai desideri e alle illusioni. La loro relazione con il tempo è diversa da quella della città che li circonda. In quel luogo provvisorio e fragile, c’è la possibilità di coesistere, di vivere insieme. Una metafora universale.

Ana Arabia, riconosciuto Film D’Essai e inserito nel progetto Schermi di Qualità 2014. Il film uscirà in versione originale sottotitolata in italiano.

Dopo Roma il film uscirà a: Torino, Bologna, Genova, Firenze, Napoli, Udine, Pordenone, Trieste, Palermo, Catania, Cagliari, Pescara, Ferrara, Fermo, Pisa, Lucca, Carpi, Paterno’.