Questa mattina vi abbiamo riportato un commento piuttosto infelice di Jesse Eisenberg in merito al Comic Con 2015, a cui ha partecipato in occasione del panel di Batman v Superman Dawn of Justice (qui il trailer presentato a San Diego).

 

Jesse EisenbergL’attore di The Social Network aveva paragonato l’esperienza a un genocidio, parlando con The Hollywood Reporter. Probabilmente l’affermazione è stata decontestualizzata, tanto che Eisenberg ha poi tenuto a chiarire ciò che ha detto, durante un’intervista a Variety. Ecco le sue parole:

“Forse su un livello di memoria cellulare, questa è l’unica cosa che sembra unesperienza sociale equivalente. Anche se tutti dicevano cose carine, semplicemente l’essere mitragliato verbalmente da migliaia di persone è orribile (…) Sono una persona normale che ha normali esperienze sensoriali e quindi il Comic Con è stata un’esperienza che mi ha sopraffatto. Detto questo, è stato davvero un onore essere oggetto con gli altri di tanta gioia”.

Insomma, Jesse Eisenberg aha chiarito l’affermazione, anche se resta ancora piuttosto oscura la scelta di parole per definire una tale esperienza.

A questo link potete rivedere tutto il panel di Batman v Superman Dawn of Justice, in cui Eisenberg interpreta una nuova reincarnazione cinematografica di Lex Luthor.