85992068

sandra-bullock

Sandra Bullock si scaglia contro le modalità con cui i media rappresentano oggi le donne in un’intervista rilasciata a E! News in occasione della promozione del film Minions. “È come se si fosse aperta una sorta di caccia alle donne. E non per chi siamo, ma per il nostro aspetto fisico o la nostra età”.

Scioccata e imbarazzata, così si definisce la Bullock di fronte all’attuale contesto, ma soprattutto preoccupata per il futuro di suo figlio Louis. “Mio figlio sta crescendo in questo mondo e sto cercando di educarlo a essere un brav’uomo che valorizza e apprezza le donne, mentre ora c’è questo continuo attacco alle donne da parte dei media, di cui non vedo la fine”. Restano le bambine le più esposte, a causa del bullismo e della diffusione di internet. “Chi ha voce in capitolo – esorta l’attrice premio Oscar – dovrebbe intervenire”.

Sandra Bullock si unisce così a un folto gruppo di star hollywoodiane, tra cui Emma Watson, Meryl Streep e Patricia Arquette, che combatte contro il sessismo, soprattutto all’interno dell’industria cinematografica lottando per l’equità dei salari e delle opportunità lavorative. “Sareste sorpresi nel vedere quanto amore c’è in questa nostra pazza industria. Le donne hanno legato tra di loro e sono una sorta di tribù che cerca di prendersi cura una dell’altra perché nel momento che esci fuori e ti esponi ti mangiano».

Fonte: The Hollywood Reporter