Russell Crowe

Russell Crowe sta promuovendo il suo prossimo film, La Mummia, in cui comparirà nella duplice veste di Dottor Jekyll e Mr. Hyde, e durante l’incontro con News.com.au l’attore ha finalmente spiegato perché, nel 2001, rifiutò il ruolo di Wolverine per il primo adattamento degli X-Men, ruolo che poi fece la fortuna di Hugh Jackman.

 

La Mummia: ecco il Mr. Hyde di Russell Crowe

“Bryan Singer – ha cominciato Russell Crowe – era un amico all’epoca e mi metteva davvero molta pressione. Se ricordate, Massimo aveva un lupo al centro della sua corazza, così come i suoi compagni… il che ho pensato che poteva essere un affare, all’epoca… Così ho detto di no, perché non volevo essere una specie di Mr. Wolf.”

Chiaramente Crowe si riferisce al personaggio de Il Gladiatore, mentre la questione dei lupi, che risulterà poco comprensibile ai più, è da ascrivere al fatto che molte di quelle sequenze a cui fa si riferisce l’attore non sono state montate nel film. A parte questa considerazione, sarebbe stato improbabile che il pubblico avesse accostato i due personaggi.

La Mummia: Tom Cruise a gravità zero per uno stunt del film

Il film, remake del classico horror del 1932, sarà ambientato ai nostri giorni, a differenza della trilogia con Brendan Fraser, e che il personaggio di Cruise non sarà un archeologo ma un militare in pensione, la Wallis sarà una scienziata. Sofia Boutella interpreterà la Mummia, mentre per Jake Johnson è stato creato appositamente un ruolo: sarà un membro dell’esercito.

Alla regia ci sarà Alex Kurtzman, titolare dello sviluppo dell’Universo Condiviso dei Mostri Universal, e che la sceneggiatura è stata scritta da Jon Spaihts (Doctor Strange).

Nel cast del film Tom Cruise, Sofia Boutella, Annabelle Wallis, Russell Crowe e Jake Johnson.