Star Wars: The Rise Of Skywalker, le teorie sul ritorno di Palpatine

1082

Il primo teaser trailer di Star Wars: The Rise Of Skywalker ha confermato che Palpatine, l’ultimo dei Sith, tornerà in Episodio IX interpretato di nuovo da Ian McDiarmid (presente questo weekend sul palco della Star Wars Celebration).

Ma in che modo? Ecco alcune interessanti teorie:

3I Sith sono sopravvissuti resilienti

Se passiamo in rassegna tutti i Sith della saga di Guerre Stellari, noteremo come spesso siano “risorti” dalle proprie ceneri anche dopo violenti scontri: c’è Darth Maul, che è riuscito a riprendersi dopo esser stato tagliato a metà, oppure Anakin Skywalker, che ha perso la maggior parte del suo corpo, bruciato vivo, eppure è tornato in azione.

Forse il livello di odio dei Sith, unito a tutti gli altri aspetti negativi, sembra essere ciò che li tiene in vita o addirittura il loro superpotere, perché alimenta la loro volontà di sopravvivere. E a tal proposito, pochi di questo ordine odiavano o esaltavano il Lato Oscuro tanto quanto Palpatine

Il suo regno è finito quando il pentito Dart Vader lo uccide per salvare suo figlio, Luke Skywalker, ma l’esplosione generata in seguito alla sua morte potrebbe averlo portato a contatto con una grande fonte di energia. Che si trattasse di un’illusione o di una tattica avanzata per proteggere il suo corpo? Chissà se quella morte è stata una farsa e trent’anni dopo Palpatine voglia vendicarsi…

Indietro