Si comincia già a parlare di Oscar 2017, l’Italia ha torvato in Fuocoammare il suo candidato, Xavier Dolan concorrerà per il Canada, il 24 gennaio, data di annuncio delle nomination, non sembra tanto lontano, e i Festival di Venezia e Toronto hanno già mostrato delle pellicole che potrebbero far parlare molto di sé nei prossimi mesi. Ma che dire in merito agli attori? Lo scorso anno la polemica #OscarsoWhite ha condizionato non solo le settimane successive all’annuncio delle nomination, ma anche la cerimonia di premiazione e ha avuto seri strascichi con una conseguente rivisitazione delle regole di votazione dell’Academy.

 
 

Sarà quindi molto interessante vedere in che modo quest’anno si risponderà alle polemiche e alle interpretazioni di grande valore, indipendentemente dal colore dell’attore in questione, viste negli ultimi mesi.

In particolare, di seguito vi segnaliamo 15 attori che potrebbero conquistare la loro prima nomination agli Oscar 2017.

15 attori Oscar 2017 testo

Come potete notare, non si tratta solo di giovani attori, ma anche di volti molto noti che non sono ancora mai stati riconosciuti nel loro valore artistico da una nomination agli Oscar. Caso lampante è quello di Oscar Isaac che, nonostante vanti tutte performance di altissimo livello, non è mai arrivato in una delle cinquine (nemmeno per A Proposito di Davis, dove ottenne solo la nomination ai Golden Globes) e che potrebbe invece farcela agli Oscar 2017. Come lui anhce Rebecca Hall e Emily Blunt si trovano nella stessa posizione. Ma p interessante anche il caso di Margo Martindale, che dopo una carriera lunghissima e la partecipazione a film di varia natura e merito, potrebbe davvero arrivare nella cinquina di nominati per la prima volta, lei, classe 1951.

Oscar 2017: l’Academy invita 683 nuovi membri

Per quanto riguarda gli altri nomi, è innegabile notare un’alta presenza di attori di colore in queste 15 ipotesi. La presenza di molti film, quest’anno, con una diversità maggiore nel cast, potrebbe quindi placare, se non porre fine, alle polemiche razziali. Basterà che l’Academy si concentri a votare il merito e non il colore!