Snapshot 1988 di Joe Hill arriva al cinema. Questo titolo, e soprattutto questo nome, potrebbero non dirvi nulla. Quindi è doverso fare una breve premessa. Joe Hill è uno scrittore statunitense, figlio del celebre Stephen King, che continua a portare avanti l’eredità del padre con la pubblicazione di romanzi horror che stanno raccogliendo sempre più proseliti e appassionando nuove generazioni di lettori.

 

Così come accaduto a papà King, anche le opere di Hill sono state spesso oggetto di trasposizioni cinematografiche (basti pensare a La vendetta del diavoloHorns in originale -, arrivato al cinema con il film interpretato da Daniel Radcliffe).

Adesso, anche Snapshot 1988 si appresta a diventare un film per il grande schermo. A produrre la pellicola sarà la Universal, mentre la sceneggiatura porterà la firma di Mike Flanagan e Jeff Howard (che hanno già fatto squadra per Oculus e Before I Wake).

snapshot 1988

Snapshot 1988: la Universal porta al cinema il racconto horror del figlio di Stephen King

L’adattamento cinematografico di Snapshot 1988 sarà prodotto da Akiva Goldsman in collaborazione con Weed Road e Blumhouse di Jason Blum. Greg Lessans figurerà invece come produttore esecutivo.

La storia del racconto, inizialmente pubblicato all’interno della rivista Cemetery Dance, è ambientata nel 1988 e segue le vicende di un ragazzino di 13 anni che inizia prendersi cura di una donna anziana apparentemente affetta da demenza senile. In realtà, i ricordi dell’anziana signora sono stati rubati da una creatura soprannaturale chiamata “The Phoenician”.

Ricordiamo che al momento sono in corso le riprese di due adattamenti cinematografici tratti dalle opere di Stephen King: il primo è IT, che vedrà Bill Skarsgård nei panni del terrificante Pennywise; il secondo è invece La Torre Nera, che avrà come protagonisti il premio Oscar Matthew McConaughey e Idris Elba.

Fonte: ScreenRant