Se Dio vuole

Se Dio vuole – Tommaso (Marco Giallini), stimato cardiochirurgo, è sposato con la casalinga frustrata Carla (Laura Morante), con la quale ha due figli: Bianca (Ilaria Spada), svogliata e senza alcun interesse, e Andrea(Enrico Oetiker), un giovane brillante iscritto a medicina e pronto a seguire le orme del padre. Poiché il ragazzo da qualche tempo ha comportamenti strani e appare turbato al punto da voler interrompere gli studi di medicina, sorge il dubbio che Andrea sia gay. In realtà il ragazzo rivela di aver scelto di prendere i voti e diventare prete.

All’origine della vocazione pare ci siano i sermoni di Don Pietro (Alessandro Gassman), un sacerdote sui generis, che ha conquistato i giovani del quartiere grazie allo stile disinvolto, pratico e moderno con cui riesce a comunicare la parola di Dio. Per Tommaso, ateo convinto, quella di Andrea è una volontà da dover cambiare il prima possibile e decide così di avvicinare, sotto falsa identità, Don Pietro, per scoprirne gli altarini e screditarlo agli occhi del figlio.

Se Dio vuole

L’alchimia tra Giallini e Gassman è davvero perfetta e trascina l’intero film. All’inizio i protagonisti sono l’uno l’antitesi dell’altro, ma andando avanti con la storia la corazza del cinico Tommaso inizia a cedere grazie alla vicinanza del dinamico Don Pietro. Nonostante Tommaso abbia messo in atto tutte le resistenze interiori possibili, Don Pietro sa che la religione, con i suoi riti e con i suoi dogmi, non è l’unica relazione possibile da avviare con Dio e che ci sono altri modi per arrivare a Lui, come la contemplazione della natura o la fatica e la soddisfazione derivanti dal lavoro manuale. Il suggerimento di Don Pietro per Tommaso è quello di accogliere l’idea che esista una presenza silenziosa e necessaria nella nostra vita che ci insegna ad amarla.

Se Dio VuoleIl finale di Se Dio vuole è intelligente e molto lontano dallo scivolare nel patetico e nello scontato, e riesce a chiudere in maniera azzeccata una pellicola nella quale sono sfiorati temi importanti come la brevità della vita umana.

Se Dio vuole è un’ottimo esordio alla regia dello sceneggiatore comico Edoardo Falcone, che affronta una storia di famiglia e scelte senza mai ricadere nel banale. La sceneggiatura, dello stesso regista, è molto ben scritta e le battute, mai banali e scontate come spesso accade in molte commedie italiane, funzionano alla perfezione. Il ritmo è teatrale, comico e riflessivo, così come lo sono anche le pause e le entrate in scena.

Nel cast di Se Dio vuole troviamo anche un bravo Edoardo Pesce, che interpreta il cognato di Giallini, e riesce sempre a strappare delle risate mostrando il suo talento comico. La colonna sonora originale di Carlo Virzì dona uno spessore particolare a questa commedia, a volte ironica e commovente, ma soprattutto brillante e fresca.