Gomorra prequel: le sfide della nuova serie secondo Emanuele Marchesi

-

Il capo del settore italiano di Sky Studios ha messo in luce le sfide dietro la realizzazione di un prequel di Gomorra nell’era altamente competitiva dello streaming. Emanuele Marchesi ha approfondito l’attesissimo capitolo successivo della serie thriller di successo durante una sessione di AVPSummit questa mattina.

Ha detto che “il mondo intorno a noi è cambiato” da quando è uscito il primo film di Gomorra nel 2008, seguito dalla serie di grande successo di Roberto Saviano, presentata per la prima volta nel 2014 e andata in onda per cinque stagioni. “I quadri competitivi sono molto diversi ora”, ha detto Marchesi. “Allora non c’erano gli streamer – Netflix è arrivato in Italia intorno al 2014 – e ora c’è una produzione drammatica enorme e numerosa”.

Prodotto da Cattleya, il prequel entrerà in produzione il prossimo anno insieme ad un altro prequel di una popolare serie di Sky Italia, Romanzo Criminale – La serie. Marchesi, che è stato promosso alla fine dello scorso anno a Responsabile dei contenuti editoriali quando Sonia Rovai è partita per Wildside, ha detto che il team dietro il prequel di Gomorra è consapevole che la TV moderna sta “sfidando il pubblico e cercando di dargli qualcosa di più”.

Leggi anche: GOMORRA – LA SERIE: 10 ANNI DOPO, domenica 2 giugno lo speciale con i protagonisti

Ma Marchesi ha sottolineato più volte nel corso della sua seduta la “diversificazione” del palinsesto televisivo della sua squadra, citando il recente spin-off Call My Agent – ​​Italia insieme al dramma M di Joe Wright su Benito Mussolini.

Mentre Netflix rimane un concorrente in Italia, Marchesi ha detto di aver ammirato il discorso di ieri di Luisa Cotta Ramosino, la direttrice delle serie in lingua italiana dello streamer.

“Quando parlava delle storie che stava cercando, mi piaceva molto quello che diceva”, ha aggiunto. “Dobbiamo parlare di storie che toccano qualcosa che esiste nel pubblico. Stiamo continuando verso la diversificazione, lavorando in quella direzione e cercando percorsi diversi per incontrare e soddisfare pubblici diversi”.

Cosa racconterà il prequel di Gomorra? 

La storia delle origini di “Gomorra” racconterà l’ascesa del mafioso Pietro Savastano negli anni ’70, quando la malavita napoletana era pervasiva ma meno spietata, più legata alla vendita di sigarette di contrabbando che di grandi quantità di droga, come ha rivelato il produttore principale dello show Riccardo Tozzi, capo di Cattleya, di proprietà di ITV. Roberto Saviano, che ha creato l’IP di “Gomorra”, è a bordo. Altri dettagli sono stati tenuti nascosti.

Gomorra, basata sul bestseller di Saviano sulla mafia napoletana, è stata lanciata nel 2014. Fin dall’inizio, il grintoso show ha portato il pubblico nel ventre della vera malavita napoletana, grazie anche al fatto di essere stato girato quasi interamente nei luoghi reali che ritrae. Oltre ad aver raggiunto lo status di megahit in Italia, “Gomorra” ha viaggiato in 190 Paesi, anche su HBO Max negli Stati Uniti.

La matassa criminale iper-realistica è la più grande esportazione televisiva italiana, avendo venduto in 190 territori dal suo lancio nel 2014, nonostante sia sottotitolata anche per il pubblico italiano, la maggior parte del quale non capisce il dialetto napoletano in cui Gomorra è doppiato. La serie – nota soprattutto per la sua capacità di mescolare il neorealismo con le convenzioni di genere e i tropi shakespeariani – è prodotta da ITV Cattleya in collaborazione con la tedesca Beta Film.

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Wolfkin film

Wolfkin: tutto quello che c’è da sapere sul film

Il cinema horror ha negli anni regalato innumerevoli iconici personaggi, molti dei quali entrati ormai nell’immaginario collettivo. Tra i più amati di sempre vi...
- Pubblicità -