E venne il giorno

Mentre in sala c’è Split, film che segna, secondo la stampa, il suo ritorno in grande stile, arriva in tv, oggi 7 febbraio alle 21.15 su Rai 3, E venne il giorno, film di M. Night Shyamalan che, all’epoca dell’uscita in sala ne segnò, in qualche modo il declino.

La trama di E venne il giorno

C’è qualcosa nell’aria. Qualcosa di impalpabile e indefinito. Un respiro e si spegne l’istinto di sopravvivenza dell’uomo. In città, sui marciapiedi, nei parchi, sulle strade, la gente si toglie la vita: precipitando da un’impalcatura, sparando un colpo di pistola, pugnalandosi con un fermaglio, lanciandosi sotto un’automobile. Elliot Moore, insegnante di scienze in un liceo di Philadelphia, è deciso ad allontanarsi dalla città per trovare rifugio nella campagna della Pennsylvania insieme a una coppia di amici e alla moglie Alma, una giovane donna in piena crisi esistenziale. Ma nessun luogo appare sicuro e i fuggiaschi restano vulnerabili davanti alla minaccia della natura. Com’è iniziato tutto questo e quando finirà?

La nostra recensione

Il film, poco apprezzato da pubblico e critica, è in realtà un’analisi molto attenta delle relazioni umane. Protagonisti del film sono Mark Wahlberg, Zooey Deschanel, John Leguizamo, Betty Buckley, Frank Collison, Ashlyn Sanchez, Spencer Breslin, Robert Bailey Jr., Jeremy Strong, Alan Ruck, Victoria Clark, Alison Folland, Kristen Connolly, Cornell Womack. Anche in questo film, M. Night Shyamalan si ritaglia il suo cameo, prestando la sua voce all’uomo con cui è in contatto il personaggio di Zooey Deschanel.

Malgrado l’impegno profuso dal regista nella realizzazione del progetto, E venne il giorno incassò pochissimo. La pellicola ha guadagnato negli USA 64.506.874 di dollari, mentre in Italia ha totalizzato 2.435.233 di euro. In tutto il mondo, ha guadagnato poco più di 164 milioni di dollari.

Il film è stato anche candidato a quattro Razzie Awards, senza vincerne però neanche uno.