Il 22 Novembre del 1963, John Fitzgerald Kennedy veniva assassinato a Dallas. L’uccisione del trentacinquesimo presidente degli Stati Uniti d’America si annovera tra gli eventi che cambiarono radicalmente il vecchio secolo, sconvolgendo l’opinione pubblica come un attacco alla democrazia e alla sicurezza nazionale. Sulla morte di JFK sono state avanzate ipotesi di complotto e numerosi studi storici – spionistici, un vero uragano di teorie che vengono ancora messe in dubbio. Di tutte le manipolazioni del “caso”, quella realizzata da Stephen King con il romanzo fantascientifico 22-11-63 (pubblicato nel 2011) è tra le più accattivanti, tanto da spingere la Bad Robot di J.J. Abrams a trarne una miniserie in onda sul network Hulu.

11-22-63 1×01 viene trasmessa il 15 Febbraio 2016, diretta dal regista de L’ultimo Re di Scozia Kevin MacDonald: protagonista della vicenda è Jake Epping, professore di inglese in una cittadina del Maine, Lisbons Falls, con alle spalle un divorzio e un lavoro che per metà lo gratifica, per metà lo getta in una leggera insoddisfazione. Convocato d’urgenza dall’amico Al Tempelton, Epping raccoglierà la sua missione segreta viaggiando nel tempo con un unico obiettivo: impedire l’assassinio di JFK e tornando così a quel maledetto 1963.

11.22.63 1x01 - 2

Entrare nella capsula del tempo è sempre stata materia di interesse per J.J. Abrams fin dai tempi di Lost, ecco perché, almeno sulla carta, 11-22-63 potrebbe avere il potenziale giusto per non passare inosservata. Di fatto il pilot della serie, nonostante la durata spropositata (quasi un’ora e venti), presenta alcune caratteristiche peculiari di genere, come la costruzione dell’attesa e la suspense derivata dall’indagine, unite al ritmo di una sceneggiatura piacevole. Praticamente solo insieme a Chris Cooper, James Franco occupa la scena con il solito aplomb da attore navigato e consapevole, senza strafare nell’interpretazione di colui che Hitchcock avrebbe apostrofato come “un uomo comune catapultato in una situazione particolare”.

Nonostante l’ottimo approccio iniziale, l’episodio perde terreno soprattutto nella seconda parte dove alla trama principale vengono aggiunte altre piste narrative. Si sente benissimo la mano e l’influenza di King, un incrocio fra racconto dell’orrore e thriller storico che incontra lo sguardo futuristico di Abrams. Le premesse lasciano ben sperare, staremo a vedere.

https://www.youtube.com/watch?v=NXUx__qQGew