Agents of SHIELD 1×06 recensione del episodio con Elizabeth Henstridge

Agents of SHIELD 1x06 2Dopo la settimana di pausa torniamo a parlare di SHIELD, di agenti speciali e di quei personaggi che nell’ombra coprono le spalle ai magnifici supereroi che formano la potente squadra dei Vendicatori.

In Agents of SHIEL 1X06 siamo di fronte ad un evento davvero misterioso: un capo scout viene ritrovato morto, con il cervello “fritto” da un fulmine, sospeso a mezz’aria nel bosco. Dopo questo tragico e stranissimo evento, un altro uomo subisce la stessa sorte e non passa troppo tempo prima che un altro uomo venga coinvolto in un incidente simile. L’agente Coulson e la sua squadra non ci mettono molto a capire cosa lega gli eventi e i tre uomini, tutti vigili del fuoco volontari e coinvolti a suo tempo nell’invasione aliena di New York da parte dell’esercito dei Chitauri. Quello che però non riescono a capire subito è il nesso che c’è tra le morti e l’esperienza di New York, e solo quando sembra ormai troppo tardi, per i nostri eroi arriverà il tempo dei chiarimenti e delle rivelazioni.

- Pubblicità -

Agents of SHIELD 1x06Il sesto episodio di Agents of SHIELD continua quella parabole ascendente che era cominciata con la quinta puntata, rivelando una maggiore attenzione alla scrittura e soprattutto una più profonda focalizzazione sui personaggi che finalmente cominciano ad assumere spessore, sollevandosi da quel fondo di luoghi comuni che fino ad ora li avevano caratterizzati. L’agente Coulson (Clark Gregg) e Simmons (Elizabeth Henstridge) in particolare sono protagonisti di questo episodio che più degli altri visti fino ad ora ci ha mostrato qualcosa in più sul misterioso incidente dell’agente Phil con il malvagio Loki e ci ha anche mostrato quanto Simmons, insieme a Fitz, possa essere molto più che un topo da laboratorio. I due scienziati, che si muovono in simbiosi tanto che gli altri agenti della squadra li chiamano addirittura Fitz-Simmons, come se fossero una sola persona, si rivelano in questo episodio una coppia affiatata, una vera squadra che nel proprio campo mostra coraggio e integrità, oltre al forte legame umano che li lega e che forse, grazie alla carnalità di Skye, potrebbe essere il vero collante che riuscirà forse in un futuro non troppo lontano a far crollare le barriere di diffidenza persino di Ward, che pare avere un cuore, da qualche parte sotto la sua rigida disciplina militare.

Agents of SHIELD riprende a pieno ritmo dopo una settimana di pausa e sembra decisamente che questa interruzione abbia giovato ai personaggi, alla serie e anche al ritmo della narrazione, che per una volta accantona la frenesia whedoniana e si srotola con un ritmo gradevole e cadenzato.

RASSEGNA PANORAMICA

Chiara Guida
Chiara Guida
Laureata in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è una gionalista e si occupa di critica cinematografica. Co-fondatrice di Cinefilos.it, lavora come direttore della testata da quando è stata fondata, nel 2010. Dal 2017, data di pubblicazione del suo primo libro, è autrice di saggi critici sul cinema, attività che coniuga al lavoro al giornale.
- Pubblicità -

ALTRE STORIE

- Pubblicità -