Terza settimana di trasmissione, quarto episdoio della nuova sfavillante serie di J.J. Abrams, Alcatraz.

La squadra dell’FBI, che ha il compito di individuare i prigionieri di Alcatraz, ha per le mani un altro caso che diventa scomodamente popolare quando Cal Sweeney (guest star Eric Johnson) si barrica in una banca con numerosi ostaggi.

I flashback del 1960 mostrano Sweeney che dirige il contrabbando all’interno della prgione e condivide la sua conoscenza criminale con un giovane ragazzo che pende dalle sue labbra.

Nel presente, il criminale circuisce donne che lavorano in banca, s’insinua nelle loro grazie per farsi condurre nella sala dove si trovano tutte le cassette di sicurezza.

Scoperto lo schema, l’agente Hauser, il detective Madsen e il Dr. Soto si mettono subito sulle sue tracce per levarlo dalla circolazione prima che richiami troppa attenzione; prima di riuscire nello scopo, Sweeney, in seguito a uno dei soliti tentativi di rapina andato male, viene bloccato all’interno della prigione e prende tutte le persone dentro come ostaggi.

Rebecca, su ordine di Hauser, deve aiutare Sweeney a uscire dalla banca senza farsi catturare dalle forze dell’ordine accorse per intervenire.

La situazione precipita quando Sweeney, una volta al sicuro con Rebecca, prende la ragazza in ostaggio, ma la detective sa badare a se stessa e riesce comunque a neutralizzare il criminale e a recuperare ciò che l’uomo aveva rubato per conto di chi lo aveva riportato indietro.

Nuovi enigmi si presentano alla fine dell’episodio che hanno per protagonisti chiavi misteriose e celle raccapriccianti.